in

Coldiretti: Economia domestica, agli italiani piace il baratto

Cosa non si farebbe per risparmiare. Secondo una recente indagine targata Coldiretti, agli italiani piace il “baratto”. Una delle forme di commercio più antiche in assoluto sembra essere ritornata di moda, ma in molti casi di questi tempi si presenta come una necessità. Si baratta di tutto, dagli alimenti come formaggi, salumi, vino, alle scarpe, quadri, libri, etc etc.

ciliegia

In occasione della giornata conclusiva di “cibi d’Italia” di Campagna amica, Coldiretti conferma che agli italiani piace lo scambio di merci senza moneta. Lo hanno provato ieri a Milano, ed è stato un successo. Si è tenuto infatti il primo mercato del baratto dell’associazione degli agricoltori presso il castello Sforzesco di Milano, dove è stato possibile fare la spesa a costo zero.

Sempre secondo Coldiretti/Censis, nel 2012 si è sviluppato un altro fenomeno per contrastare le conseguenze della crisi economica: la spesa nei mercatini degli agricoltori. Questa forma di commercio ha coinvolto circa 21 milioni di italiani.

Un boom economico trainato anche dalla crescita del 40 per cento delle imprese agricole accreditate a Campagna Amica, che commercializzano ai consumatori nei mercati ambulanti e nei punti vendita organizzati nelle citta’ e nelle campagne.

Questi i prodotti alimentari più acquistati presso gli agricoltori di Campagna Amica: Verdura, frutta, formaggi, salumi, vino, latte, pane, conserve di frutta, frutta secca, biscotti ed i legumi.

Secondo l’analisi a fare la spesa direttamente dal produttore sono per il 68 per cento donne. La presenza maschile invece risulta essere molto piu’ elevata rispetto alla media. L’età si aggira intorno ai 54 anni nel 64 per cento dei casi mentre lo status sociale ed economico e’medio alto nell’82 per cento dei casi. Tutto questo a conferma non solo del risparmio ma anche nella volontà della gente di ricercare prodotti di qualità elevata. Spesso un elemento poco considerato.

Enrico Letta Expo 2015

Letta a Milano per Expo 2015: Giuseppe Sala nuovo Commissario Generale

Come fare per lavorare in Svizzera: cosa sapere