in

Colloquio di lavoro: le dieci domande più difficili a cui rispondere

Il colloquio di lavoro è uno scoglio molto difficile da superare, ma è anche quella barriera che, una volta sfondata, ci avvicina ancora di più all’obiettivo finale, quello di trovare il lavoro dei nostri sogni. Ecco dieci domande difficili alle quali rispondere secondo la società Michael Page, suggerite dall’Executive Director Francesca Caricchia.

Perché avete lasciato il vostro ultimo lavoro / Perché volete lasciare il lavoro attuale? La risposta che bisogna dare deve essere sincera e soprattutto positiva, qualsiasi sia la motivazione. Si deve lasciare al di fuori del colloquio di lavoro tutto ciò che potrebbe risultare negativo, bisogna essere sintetici e far capire di volersi mettere in gioco. Fate presente il fatto di volere affrontare una sfida nuova e stimolante e fatela coincidere con il raggiungimento dei vostri obiettivi.

Come reagite di fronte alle critiche? Evitate di risultare estremi nella risposta, di catalogarvi eccessivamente come passivi o aggressivi. Siete dei semplici esseri umani e vi aspettate di commettere errori ma, allo stesso tempo, siete disposti ad apprendere. Un’ottima risposta consiste nel raccontare un evento realmente accaduto nel quale vi è stata fatta una critica e dalla quale avete imparato qualcosa di nuovo.

Qual è la fonte della vostra motivazione? In questo caso fate appello all’etica lavorativa, agli obiettivi da raggiungere e alla vostra visione di insieme. Evitate di parlare di denaro, al contrario cercate di condividere con l’interlocutore ciò che avete identificato come vostri bisogni sottolineando gli obiettivi verso i quali siete diretti. Conciliate sempre queste due caratteristiche e la vostra motivazione.

Vi state candidando presso altre aziende? Rendetevi appetibili ed elencate tutte le aziende con le quali avete già portato avanti un colloquio, sottolineando, indirettamente, il fatto che siete impegnati nella ricerca del lavoro e che siete selettivi da questo punto di vista. Essere richiesti è una qualità che può rendervi attraenti.

Che cosa avete che altri candidati non hanno? Utilizzate questo momento per raccontare i vostri punti di forza senza risultare pomposi o altezzosi. Dovete rispondere con onesta e decisione in quanto queste caratteristiche possono essere valutate già in sede di colloquio.

Ci sono aspetti della posizione che non vi attirano? Assieme all’interlocutore fate un breve riepilogo di tutte le caratteristiche inerenti al lavoro per il quale vi siete candidati, soffermandovi su quegli aspetti per voi meno allettanti e valutando i metodi attraverso i quali potreste superarli.

Siete a vostro agio nel ricevere ordini dai superiori? Dovete formulare una risposta in grado di mettere in luce la vostra capacità nel lavoro di squadra. Portare un esempio reale può essere un’azione efficace.

Parlateci di un errore che avete commesso e dell’insegnamento che ne avete tratto. Evitate di descrivere episodi troppo personali o che possano risultare imbarazzanti. Rispondere con onestà e veicolate la risposta sulla critica ricevuta e sull’insegnamento acquisito.

Che tipo di stipendio vi aspettate? Quanto vorreste guadagnare? Studiatevi lo standard del mercato, non vi è necessità di indicare uno stipendio preciso, siate coerenti e sinceri rispondendo che vi aspettate almeno il minimo previsto o di più, in base alle qualifiche che avete.

Avete qualche domanda? Evitate di rispondere con un secco “no”, poiché potrebbe denotare scarso interesse. Preparatevi una domanda che riguardi l’azienda o la posizione per la quale vi siete candidati. Cercate di diventare padroni nella gestione del colloquio. Ricordatevi di chiedere quanto tempo intercorrerà fra il colloquio e la prima risposta da parte dell’azienda e in cosa consisterà il secondo passaggio della selezione.

Photo credit: Production Perig/Shutterstock.com

massimo bossetti motivazioni sentenza appello

Caso Yara, lettere scabrose Bossetti al processo: giudici riuniti in camera di consiglio

Pronostici Serie A

Pronostici Serie A calcio oggi, consigli scommesse 35a giornata