in

Come aumentare la durata della batteria carica dell’iPhone 6 e smartphone Android: impostazioni per un’autonomia elevata

Come far durare di più la batteria di uno smartphone? Il problema si presenta in qualsiasi orario del giorno. Arrivare a fine giornata senza caricare il cellulare è ormai un’impresa ardua anche per coloro che dispongono di un telefonino di nuova generazione.
iPhone e smartphone Android si comportano allo stesso modo: ti abbandonano nel momento del bisogno, nel bel mezzo di una telefonata, mail o conversazione…proprio nel momento topico, quello in cui hai più bisogno dello smartphone per comunicare con la fidanzata, il capo, il collega di lavoro, l’amico all’estero.
Ma esistono allora dei trucchi per aumentare la durata di uno smartphone? Ebbene sì, ci sono diversi metodi per allungare la vita del vostro cellulare durante la giornata, alcuni sono più conosciuti, altri lo sono un po’ meno. Qui di seguito faremo una lista dei suggerimenti più utili da seguire in caso di SOS batteria scarica.

1 – Disattivare i servizi di localizzazione: le funzioni di geolocalizzazione consumano la batteria del cellulare più velocemente. Quindi, se non si ha bisogno dell’attivazione automatica di tale opzione, andare in Impostazioni > Privacy > Servizi di localizzazione e deflaggare dove è necessario. Analoga soluzione per l’opzione ‘Condividi la mia posizione’ o ‘Ubicazione’.

2 – Chiudere le app in background che non si utilizzano più: nelle interfacce dei dispositivi di ultima generazione è diventato più semplice chiudere le applicazioni aperte: dalla home del dispositivo, in un solo gesto, è possibile disattivare tutti i programmi aperti. Basta strisciare di lato le app da terminare o premere due volte sull’icona ‘Home’, nel caso di iPhone o su ‘Chiudi tutto’ nel caso di Android. Per chi ha voglia di smanettare e di settare in maniera più precisa le app di background, può andare, nel caso di iPhone e iPad su Impostazioni > Generali > Aggiornamento app in background; nel caso di Android su Impostazioni > Apps >Batteria.

3 – Disattivare le funzioni superflue (quelle che si utilizzano poco): disabilitare Wi-Fi, Bluetooth, GPS, NFC e persino la connessione dati può essere un ottimo metodo per risparmiare la carica della batteria durante la giornata. Non è sempre necessario attivare  il 4G quando non ce n’è bisogno.

4Non scaricare completamente la batteria al Litio: le batterie agli ioni di litio hanno una scadenza. Esiste infatti un numero prestabilito di ricariche possibili per ogni batteria integrata al vostro smartphone. Ad esempio se vengono scaricate del tutto la loro vita si accorcia di una ‘tacca’.

5 – Impostare la modalità offline o aereo durante la notte e in metropolitana: salvo casi urgenti durante il sonno è meglio disattivare la connessione dati e gli altri servizi del vostro smartphone. In metropolitana, se vedete che non c’è segnale, evitate di sprecare batteria inutilmente, impostate il vostro dispositivo in modalità offline fino a quando non sarete in superficie o in un luogo dove la vostra compagnia telefonica non ha problemi a raggiungervi!

6 – Impostare la luminosità dello schermo e della retroilluminazione: in primis prediligere sfondi tendenti al nero. Sugli schermi Amoled le immagini scure permettono di consumare meno batteria rispetto ai colori chiari come il bianco. Impostare luminosità e retroilluminazione in modo tale che quando il telefono va in stand-by, all’incirca dopo 1-2 secondi lo schermo automaticamente diventa nero.
Nei telefonini di nuova generazione si ha la possibilità di aumentare o diminuire la luminosità del display anche in base alle condizioni di luce ambientale. Evitare quindi di sprecare batteria soprattutto nelle ore diurne quando la visibilità è ottimale per la salute del vostro device.

Foto: (cc-by-sa) Japanexperterna

uomo ucciso per una sigaretta

21 gennaio 1908: viene approvata a New York l’Ordinanza Sullivan

ritrovato il cane di Elena Ceste

Elena Ceste, ultime notizie: ecco perché Michele Buoninconti ha allontanato il cane Gandalf da casa