in

Come contestare una multa ingiusta al prefetto e al giudice di pace

Ecco cosa bisogna fare in caso di ricorso presso il Prefetto:

Il ricorso deve essere scritto su carta libera e può essere presentato a mano o inviato per mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, sia all’ufficio del prefetto del capoluogo di provincia oppure al comando di polizia municipale del comune dove è stata notificata la multa. Nel documento della contestazione è indispensabile scrivere esplicitamente se si vuole essere convocati di persona per dare la propria versione dei fatti, in caso contrario il prefetto procederà acquisendo solo la documentazione.

multa

Sarebbe opportuno richiedere anche la sospensione dell’esecutività del provvedimento in modo da sospendere il pagamento della multa fino alla decisione del prefetto, altrimenti la multa andrebbe pagata sempre entro 60 giorni. Inoltre è importante presentare ricorso entro 60 giorni dalla consegna o dalla notifica del verbale. Come integrazione alla domanda bisogna allegare una copia del verbale di contravvenzione ed eventuali documentazioni che attestino la reale incongruenza dell’atto ricevuto.

Bisogna essere sicuri di quello che si fa e si crede, dato che il prefetto ha 120 giorni da quando riceve tutti gli atti per decidere se accogliere o respingere il ricorso. Nel caso in cui il ricorso viene respinto lo stesso ordinerà di pagare la multa e l’ammontare sarà sicuramente almeno il doppio dell’importo originario. A questo punto c’è un ultima possibilità, cioè il giudice di pace.

Il secondo ricorso va presentato entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento del prefetto. Importante: La notifica della decisione del prefetto deve giungere entro 150 giorni, in caso contrario la sanzione non è più valida e quindi la multa non va pagata.

Giudice di pace: ultima spiaggia:

Le modalità del ricorso sono quasi le stesse delle precedenti. Solitamente sul verbale della multa è indicato il giudice di pace competente. In questo caso però a differenza del ricorso al prefetto chi ha ricevuto la sanzione deve essere presente all’udienza e, se si abita in luogo differente da quello in cui è stata contestata la multa, eleggere domicilio nella città in cui ha sede l’ufficio del giudice di pace.

Il ricorso al giudice di pace può avere tempi relativamente più lunghi, questo perchè il giudice non ha termini entro cui fissare l’udienza e prendere la decisione. Importante da sapere: Contrariamente al prefetto se il giudice di pace respinge il ricorso ha comunque il potere di ridurre la sanzione, ovviamente se lo ritiene opportuno.

Written by Vincenzo Iozzino

Classe 82, giornalista e pubblicista dal 2005, ha collaborato con diverse importanti redazioni, tutt'ora porta avanti un progetto personale editoriale creato ed aministrato da lui. E' attratto principalmente dalla scrittura creativa, le cui conoscenze sono state approfondite pesso la facoltà di Cultura ed amm. dei Beni Culturali di Napoli, dove si è formato. Campano, vive a Gragnano, territorio montuoso che lui definisce "braccia dell'angelo", una vera vocazione che lo ha spinto ad appassionarsi al Running ed al Trekking, e nel 2012 diventa istruttore di Atletica leggera. Vive con una meravigliosa moglie e due splendidi bambini.

Arrestato Francesco Belsito, ex tesoriere della Lega Nord

Scandalo a Centovetrine: arrestata l’attrice Raffaella Bergè