in

Come far mangiare la verdura ai bambini

Le verdure di stagione, specialmente in estate, sono colorate e belle e sono un toccasana per la salute perché contengono tante fibre,  minerali e vitamine  ma, si sa,  non sono il cibo preferito dai più piccini e non è facile convincerli a mangiarle. Ai bambini piacciono i gusti semplici mono sapore, preferiscono i gusti più corposi senza tante sfumature, più dolci, oppure al contrario molto salati.  I piccolissimi poi, in particolare quelli dai quattro anni ai sei anni, sviluppano una neofobia nei confronti di cibi nuovi che non conoscono. Allora, ecco qualche consiglio per convincere i vostri bimbi a mangiare le verdure.

far mangiare verdura bambini

-Scegliete verdure di stagione e che siano anche belle a vedersi e che incontrino il gusto semplice dei bambini:  l’indivia o i cavolini di Bruxelles ad esempio non sono adatti perché possono risultare alle loro papille troppo amari e non gradevoli.

-Date il buon esempio e fatevi vedere o mangiate le verdure insieme.

-Variate spesso  e  cucinatele  in modo fantasioso e divertente. Offrire ai piccoli ricette sfiziose, che nella forma e nei colori li invitino a mangiare, e magari coinvolgeteli nella preparazione.

I bambini infatti  preferiscono le verdure preparate in modo semplice con abbinamenti di alimenti già noti e già graditi.

Un esempio, per i più grandicelli: funghetti golosi.

Preparazione: 10 min.

Cottura: 9 min.

Ingredienti per 2 persone:

4 uova

4 pomodori

maionese q.b.

150 gr di valeriana

qualche ciuffo di erba cipollina

Prendete un pentolino, riempitelo d’acqua e portatelo a ebollizione. Quando l’acqua bolle, immergete con delicatezza le uova, da questo momento contate 9 minuti. Trascorso questo tempo togliete le uova dal fuoco, passatele sotto l’acqua fredda e togliete il guscio. Prendete la valeriana, pulitela e adagiatela sul piatto da portata. Prendete i pomodori, lavateli e tagliateli a poco meno della metà dalla parte della base, scavateli leggermente, poi prendete le uova, appoggiatele sulla valeriana e spennellate la cima con della maionese, prendete i cappelli di pomodoro e adagiateli sopra le uova. Con una siringa o con l’aiuto di una stuzzicadenti intinto nella maionese, realizzate i puntini sul cappello. Guarnite con qualche ciuffo di erba cipollina.

 

per la prima volta gay pride in Calabria

Reggio Calabria: per la prima volta gay pride

Sindaco di Tula Andrea Becca

Sassari, sindaco di Tula: “Fisco amico, venite a vivere qui”