in

Come far superare ai bambini la paura del medico

Il fine giustifica i mezzi“. Indubbiamente una massima azzeccata in tante situazioni. Ma non in quella che vede il genitore accompagnare i propri bambini dal medico.

bambini a rischio

Secondo il dottor Marcello Lanari, dirigente all’Ospedale di Imola presso l’Unità operativa complessa di Pediatria e Neonatologia, infatti, portare il bimbo “con l’inganno” dal pediatra o dal medico di famiglia, sortisce più effetti negativi che positivi. Anche se, sul momento, il metodo sembra funzionare. In particolare, il dottore tuona contro la cattiva abitudine di promettere al piccolo una uscita a base di divertimento, di giostre o una passeggiata per andare a prendere un cono gelato e,d invece, ripiegare sul temuto ambulatorio medico.

La delusione sarà ancora più cocente – sottolinea Lanari – per il fatto che (il bambino) non farà le cose divertenti che gli sono state promesse e si troverà invece in ambulatorio e di sicuro dopo la prima volta non ci cascherà più tanto facilmente“. Insomma, la delusione sarà tanta e crollerà anche il rapporto di fiducia verso mamma e papà, con ripercussioni sul futuro. “Piuttosto – consiglia il dirigente dell’Ospedale di Imola – è meglio che si stabilisca una consuetudine, che il bimbo e i genitori frequentino l’ambulatorio del pediatra abitualmente, per un controllo generale sulla salute o semplicemente per un colloquio, prima della visita però è meglio in qualche modo prepararli, spiegando loro che si andrà dal medico e che non accadrà nulla di preoccupante. Simulare con un gioco a casa situazioni che si ripropongono poi durante il consulto dal pediatra può essere utile“.

bambini dal medico 2

Lanari, direttore anche della rivista Conoscere per crescere della Società Italiana di Pediatria (SIP), indirizza un ulteriore consiglio a tutti gli attori coinvolti, famiglie e medici: premiare il comportamento collaborativo tenuto dal bambino! In che modo? “Bastano cose di poco valore, che il genitore può dare lui stesso al pediatra perché le consegni al bambino al termine della visita“, spiega il dottore imolese. Piccoli pupazzeti, gomme profumate, immagini di personaggi dei cartoni, solo per fare alcuni esempi. Anche il comportamento manifestato dai genitori, prima e durante la visita è importante. Bisogna rassicurare il bambino con un volto quanto più possibile sereno e poco ansioso.

Perché, in tutte le situazioni, i bambini ci stanno a guardare!

Seguici sul nostro canale Telegram

Mesut Ozil

Calciomercato Arsenal: Wenger in contatto con Ozil

lavoro assunzione step

Cercare lavoro: 8 step per mantenere alto il morale