in ,

Come leggere le etichette degli alimenti: guida pratica

Come si leggono le etichette degli alimenti sfusi, preincartati o preconfezionati che troviamo nei supermercati? UrbanBenessere – Alimentazione vi propone una guida pratica e utile per capire meglio i cibi che abbiamo di fronte.

Tutti gli alimenti sfusi, ovvero quelli che non hanno alcun tipo di confezione come la frutta e la verdura da pesare autonomamente, devono avere: una denominazione specifica, l’elenco degli ingredienti che contengono (nel caso di insalate o macedonie, ad esempio), gli allergeni, la modalità di conservazione e la scadenza. Quelli preincartati, come pane, salumi, formaggi dei banchi gastronomici, devono anche includere i coadiuvanti tecnologici che possono essere presenti nei prodotti. Quelli preconfezionati, devono presentare più diciture obbligatorie, tra cui il nome, la ragione sociale o marchio depositato, e la sede del fabbricante o del confezionatore o di un venditore residente nella UE, il lotto di appartenenza e la modalità di conservazione. Ecco come leggere le loro etichette in maniera facile.

Ingredienti: in questa voce sono scritti tutti gli ingredienti presenti in un determinato alimento; in grassetto, vengono specificati gli ingredienti che possono provocare anche intolleranze o allergie; tra parentesi, possiamo trovare alcune tracce di ingredienti: chi presenta intolleranze o allergie deve fare attenzione anche alle tracce). Calorie: sotto questa voce vi sono riportate soprattutto le calorie sulla base di una porzione specifica, di 100 g/ml o di una porzione intera. Si trovano anche i nutrienti, sempre sulla base di una porzione specifica, 100 g/ml o di una porzione intera, sia le diciture come “Carboidrati, Proteine, Grassi”, che il tipo di carboidrati, proteine e grassi.

Photo Credit: etichette alimenti

pizero

Portatili economici? Ci pensa Raspberry Pi Zero, costa solo 5 dollari

laura-pausini-senza trucco 744x445

Laura Pausini Instagram: la cantante si mostra senza trucco