in

Come ottenere la cittadinanza italiana dopo il matrimonio

Cittadinanza italiana dopo il matrimonio, quale procedura devono mettere in atto i cittadini stranieri per ottenerla dopo essere convolati a giuste nozze?

Italia Crescita e Futuro

Cittadinanza italiana dopo il matrimonio – Chi può richiederla

Il coniuge straniero di un cittadino italiano ha la possibilità di acquisire la cittadinanza italiana se risiede in Italia e convive con la propria dolce metà sul suolo italiano per almeno 2 anni successivi alle nozze. Qualora quest’ultimo sia residente all’estero, occorreranno 3 anni. I tempi si accorciano notevolmente qualora all’interno del nucleo familiare siano presenti dei figli (naturali e non).

Come è ovvio che sia, il vincolo matrimoniale dove essere preesistente al momento della richiesta della cittadinanza. In caso contrario la domanda verrà rigettata. Possono inoltrare la richiesta di cittadinanza, anche i coniugi degli stranieri naturalizzati prima del matrimonio. Ai fini del conteggio, bisognerà però far riferimento al momento in cui quest’ultimi hanno acquisito la cittadinanza italiana a tutti gli effetti.

Cittadinanza italiana dopo il matrimonio – La documentazione da presentare

I documenti che i cittadini stranieri dovranno presentare per l’ottenimento della cittadinanza italiana, sono i seguenti:

–         Richiesta di cittadinanza per matrimonio con annessa marca da bollo dell’importo di 14,62 euro (da presentare in prefettura in quattro copie);

–         Estratto di nascita, tradotto e completo di ogni generalità;

–         Certificato penale della propria nazione di origine, opportunamente tradotto;

–         Titolo di soggiorno;

–         Ricevuta del versamento di 200 euro al conto corrente del Ministero dell’Interno DLCI – Cittadinanza;

Autocertificazioni

Certificato storico di residenza;

Atto integrale delle nozze;

Certificato dei carichi pendenti e del casellario giudiziale;

Stato di famiglia che vada ad attestare l’eventuale presenza di prole;

Cittadinanza italiana dopo il matrimonio – Tempistiche

I tempi previsti dalla legge per tale procedura vanno da un minimo di 730 giorni dalla presentazione della richiesta di cittadinanza.

pasquale amici salvato

Anticipazioni Amici 2013: Pasquale prende male il salvataggio di Emma

Psg: Thiago Silva ostruisce il passaggio all’arbitro e viene espulso (video)