in ,

Come proteggere i bambini dal caldo e dal sole, 6 regole da seguire

La pelle dei bimbi, durante i primi mesi vita, è molto sensibile e questo è da tenere in considerazione soprattutto nei periodi estivi. Il livello della melanina presente nella loro pelle è troppo basso e l’esposizione ai raggi ultravioletti causerebbe loro danni gravissimi. Qualche giorno fa la Skin Cancer Foundation ha diffuso una serie di regole riguardanti la protezione dei bimbi dai danni causati dal sole. I genitori dunque facciano attenzione, soprattutto durante l’attuale ondata di caldo che sta attaccando la nostra penisola, e seguano queste sei regole.

Tenere i bambini all’ombra fino al sesto mese d’età, quindi non esporli alla luce del sole. Sì alle passeggiate, ma  ricordarsi di tenere ben aperto il tettuccio del passeggino, in modo che possa proteggerli integralmente. Coprire braccia e gambe dei bambini con abbigliamento in cotone e proteggere viso, collo e orecchie con un cappellino, preferibilmente con visiera. Se si ha in programma un viaggio, meglio procurarsi delle tendine per i vetri della macchina.

Pensare che la protezione solare possa essere un buon rimedio fin dai primi mesi di vita del piccolo è una convinzione errata. La pelle, essendo ancora poco matura, rischierebbe di subire dei danni causati dalle sostanze chimiche presenti nelle creme solari. Meglio utilizzare una lozione dopo i primi sei mesi di età e applicarla ogni due ore. Spesso però i bambini, soprattutto se già avanti con l’età, tendono a essere disobbedienti e a evitare in ogni modo la crema solare. Sarà meglio educarli fin da piccoli alla protezione della pelle e continuare a coprirli con vestiti e cappellino.

Photocredit: Murzina Ekaterina/Shutterstock.com

Capelli 2015 tendenze: il neo boho conquista le fashion addicted con il suo natural mood

la casa più costosa del mondo, la casa più costosa della gran bretagna

La casa più costosa della Gran Bretagna: 45 camere matrimoniali per un valore di 423 milioni di euro