in

Come restare giovani a lungo: la dieta del semi-digiuno, un antiage naturale

La dieta del semi-digiuno aiuta a restare giovani più a lungo? La rivista Cell ha pubblicato i risultati di uno studio tenuto dal professore ordinario di medicina e nutrizione all’università di Brescia e alla Washington University di Saint Louis, Luigi Fontana, e dalla ricercatrice dell’University College London e del Max Planck Institute for biology of ageing, Linda Partridge, che afferma quanto la dieta del semi-digiuno sia antiage. Di che cosa si tratta e come funziona?

La dieta del semi-digiuno funziona così: per 5 giorni si segue un’alimentazione normale e negli altri 2 si sta a semi-digiuno; in quei 2 giorni si possono mangiare verdura cruda o cotta con un paio di cucchiaini d’olio extra vergine d’oliva, fino a raggiungere 500 calorie. Perché? I due studiosi hanno spiegato: “Per rallentare l’invecchiamento non c’è bisogno di ridurre in modo drastico la quantità complessiva di calorie. La diminuzione dell’apporto proteico, il digiuno intermittente e l’assunzione di cibo prevalentemente nelle prime ore della giornata associati a un miglioramento qualitativo della dieta hanno effetti analoghi alla restrizione calorica”.

Alcuni gastroenterologi, però, non sono d’accordo con questo tipo di dieta, perché non apporta ritmi costanti all’organismo, che invece ne richiede come bisogno per stare bene; Davide Festi, dell’Università di Bologna, infatti ha detto: “In generale sconsigliamo sbalzi di apporto calorico perché l’organismo ha bisogno di ritmi costanti”.

Calabria

Pasqua 2015 pranzo di carne in Calabria: ricette veloci del menù della tradizione

segreto trucco per occhi

Trucco occhi: la nuova frontiera della giovinezza senza chirurgia