in

Come risparmiare con i voli low cost

Amate viaggiare ma non riuscite mai a trovare l’offerta giusta? Oggi vi sveliamo il segreto per trovarla. A seguito di una ricerca svolta da tre italiani guidati da Claudio Piga, docente di economia alla Keele University, nello Staffordshire nel Regno Unito, è stato possibile scoprire l’algoritmo che vi consentirà di risparmiare davvero. Per prima cosa eliminate dalla vostra mente tutte le lezioni che vi sono state impartite. Prenotando con largo anticipo o all’ultimo minuto non vi consentirà di ottenere prezzi più vantaggiosi!

come risparmiare con i voli low cost

 

Secondo lo studio, il momento migliore per acquistare un volo Ryanair o Easyjet, entrambe compagnie low cost, sarebbe 10 giorni prima, nelle giornate di mercoledì o giovedì. Il martedì, ma soprattutto il weekend (dal venerdì alla domenica), sarebbero le giornate meno adatte in quanto i prezzi aumenterebbero del 7%. Anche il luogo di prenotazione è importante. E’ consigliabile cercare il volo comodamente a casa nel pomeriggio. I prezzi potrebbero essere più elevati se la ricerca viene effettuata dall’ufficio la mattina poiché le compagnie potrebbero risalire ai cookie dei vostri computer. Qualora ci fossero gli ultimi posti liberi contemporaneamente, la compagnia assegnerebbe a tutti il prezzo più alto. Secondo gli analisti è più conveniente comprare un biglietto alla volta piuttosto che farlo in blocco. Ryanair aumenta il prezzo ogni qual volta il numero di biglietti diminuisce.

Gli studiosi sono riusciti a rilevare queste teorie da un grafico che segue l’andamento di una parabola denominato schema a U: analizzando l’andamento dei prezzi, la tariffa inizialmente non è esageratamente alta, con il passare dei giorni tende a diminuire e a raggiungere il prezzo minimo dieci giorni prima della partenza fino a risalire negli ultimi giorni con aumenti dal 50 al 75%. Le ricerche però sono in contrasto con altre indagini che credono sia fondamentale prenotare in anticipo. Siete pronti per viaggiare risparmiando?

Uomini e Donne e poi, Francesco Monte: dedica romantica a Cecilia Rodriguez, Teresanna Pugliese è un lontano ricordo

Proteggere la pelle dal sole è fondamentale per non creare problemi, ma in tempo di crisi anche comprare creme ed oli abbronzanti in vista dell'estate, è diventata una spesa importante. Esistono numerosi prodotti naturali che possono aiutare la pelle ad abbronzare più velocemente e per chi desidera risparmiare, è possibile impiegarli per preparare un buon olio abbronzante. Tuttavia, bisogna tener conto del fatto che la nostra pelle è molto delicata quando si tratta di raggi UV, e per le prime esposizioni al sole è sempre meglio utilizzare una crema acquistata in farmacia con fattore di protezione adatto al nostro tipo di pelle (fototipo). Ecco la ricetta per preparare un olio abbronzante in casa, molto utile anche per rendere la pelle più bella e idratata. Servono: tre o quattro carote, olio di semi di girasole un barattolo di vetro un colino una bottiglietta di plastica (o una bottiglietta spray di un vecchio olio abbronzante). Preparazione: • Pulire bene le carote sotto l'acqua corrente togliendone prima le cime. Grattugiare le carote molto finemente direttamente dentro un barattolo di grandezza media. • Versare nel barattolo circa un bicchiere di olio di semi di girasole, preferibilmente ottenuto con spremitura a freddo, poiché in questo modo ha un effetto finale migliore. • Chiudere il barattolo in modo ermetico e riporlo in un posto al riparo da fonti di luce e di calore. Un luogo adatto è la dispensa. • Agitare il barottolo ogni giorno in modo che il composto si emulsioni bene e non si sedimenti sul fondo. Proseguire con l’agitazione giornaliera per circa una settimana. • Passata una settimana, filtrare tutto il contenuto del barattolo con l’aiuto un colino per trattenere i residui di carota. • Con l’aiuto di un imbutino, travasare dentro alla bottiglietta. L'olio avrà preso un bel colore arancione, dovuto dalla presenza delle carote. • Eventualmente aggiungere qualche goccia di essenza di calendula che un effetto lenitivo e rinfrescante. A questo punto l’olio abbronzante è pronto per essere utilizzato, ma per evitare brutte scottature, è meglio ricordarsi sempre di:  esporsi al sole con moderazione.  cominciare a spalmarsi l'olio prima di partire per la vacanza in modo che la pelle sia idratata e si prepari per i bagni di sole.  insieme all'olio usare anche la protezione solare .  prima di utilizzare questi prodotti fai da te , fare piccole prove in zone della cute meno sensibili, perché sono sempre possibili reazioni allergiche.

Come preparare un olio abbronzante in casa