in ,

Come togliere il calcare: aceto e bicarbonato contro le incrostazioni

Un’acqua fortemente ricca di calcare può essere molto fastidiosa in casa poiché tende ad incrostare rubinetti, elettrodomestici come la lavatrice e la lavastoviglie, e il bagno sembra sempre sporco. Se i livelli del calcare rientrano però in quelli stabiliti dalla legge purtroppo si può fare ben poco ed è necessario mette a punto alcuni metodi per rimuovere il calcare dal bagno e dagli elettrodomestici senza rovinarli: eccone alcuni.

Al supermercato esistono molti prodotti già pronti per eliminare il calcare ma se volete scegliere dei rimedi naturali potreste optare per l’aceto bianco che corre in vostro soccorso ancora una volta per le incrostazioni su docce, rubinetti e perfino nella caffettiera. Per eliminare il calcare dalle superfici unite aceto di mele o bianco con dell’acqua in un contenitore. Spruzzare il liquido, lasciate agire per qualche minuto e poi strofinate con la parte morbida di una spugna; infine risciacquate e asciugate con un panno morbido. Per quel che riguarda la caffettiera o il bollitore elettrico che rimangono incrostati internamente, riempiteli con acqua e aceto e lasciate riposare qualche ora poi risciacquate.

Se l’aceto lascia ancora qualche incrostazione più difficile, per eliminare definitivamente il calcare utilizzate il bicarbonato. Per quel che riguarda le superfici, bagnate una spugna e pulite con del bicarbonato fino a che ogni macchia non se ne sarà andata. Questo metodo inoltre è utile anche per la lavatrice; una volta al mese circa fate fare un lavaggio a vuoto al vostro elettrodomestico con solo mezzo misurino di bicarbonato nel cassettino del detersivo o direttamente nel cestello.

Credit Foto:  Vitaliy Hrabar / Shutterstock

Inter Moratti

Inter ultimissime, Moratti lascia il club: Thohir cerca un nuovo socio italiano

Etihad assistenti di volo

Etihad Airways, lavoro per assistenti di volo: le date dei primi ‘assessment day’ del 2016