in ,

Como manifestazione antifascista: gli insulti durante la diretta Facebook

La manifestazione nazionale contro neofascismi e intolleranza, indetta per oggi a Como dal Partito Democratico, continua ad accendere la discussione. Sono oltre mille le persone intervenute sul lungolago della cittadina lombarda, non senza qualche difficoltà logistica. Ma mentre si alternano gli oratori dal palco, giovani ed esponenti del mondo dell’associazionismo, la diretta Facebook garantita dal quotidiano La Repubblica viene “bersagliata” da interferenze e insulti di ogni genere.

C’è anche chi critica la scelta di organizzare una manifestazione nazionale contro i neofascismi, sostenendo che in questo modo “si darebbe ancor più importanza ad episodi che non meritano visibilità”. Ma il moltiplicarsi di raduni neofascisti in Lombardia, in barba alle normative vigenti, è una realtà non certo da oggi. A denunciarli, oltre all’Anpi, sono rimasti davvero in pochi: a livello locale in Lombardia qualche blog e media attenti da sempre al tema come Radio Popolare e La Repubblica. E gli insulti alla diretta sono lì a dimostrare, in modo “plastico”, l’esistenza del problema, o meglio, la sua sottovalutazione quotidiana.

Proprio La Repubblica sembra essere in questi giorni il bersaglio preferito, anche online, degli estremisti di destra, in particolare dopo il grave episodio d’intimidazione da parte di esponenti di Forza Nuova consumatosi lo scorso mercoledì sotto la sede romana del quotidiano.

I neofascisti di Roberto Fiore che hanno provato a organizzare una contromanifestazione vietata dalla questura, sono invece all’hotel Palace, circondati dalla polizia. Mentre sul palco della manifestazione giovani e volontari si alternano per leggere le lettere dei condannati a morte dal fascismo, la diretta Facebook di Repubblica (foto sopra) viene bersagliata dai commenti ingiuriosi e farneticazioni di chi evidentemente parteggia per Fiore e compagni.

Promossa dal Pd, alla manifestazione Mdp, Campo progressista, Liberi e uguali. Ci sono anche singoli esponenti di altri partiti, i vertici Anpi, Anci, Arci, associazioni, sindacati. Presenti il segretario PD Matteo Renzi ed il vice Maurizio Martina.

«Bisogna fare sul serio». Così si è espressa la presidente della Camera Laura Boldrini, presente alla manifestazione di Como. «Questo clima – ha detto Boldrini – nasce da lontano, una parte di questo Paese non ha mai fatto i conti col fascismo. Ci sono degli ambienti nel nostro Paese che hanno sempre voluto essere indulgenti nei confronti del fascismo, parlando di un fascismo buono e un nazismo cattivo. Ma questo non risponde a verità».

(notizia in aggiornamento)

Seguici sul nostro canale Telegram

kevin spacey scandalo molestie

Kevin Spacey accuse di molestie: avrebbe importunato l’ex marito della Principessa di Norvegia

Contratto a chiamata 2017, cos'è e come funziona

Assegno di disoccupazione 2018 Inps: durata e importo del sussidio per chi ha perso il lavoro (INFO)