in ,

Con tutto l’amore che ho film 2016, Angelo Antonucci: “Racconto la violenza psicologica di un amore malato” [INTERVISTA]

Quante volte, oggigiorno, navigando sul web, ascoltando la radio o guardando il telegiornale sentiamo parlare di “stalking”? Un tema caro al regista Angelo Antonucci che da ieri, giovedì 12 maggio 2016, porta nelle sale cinematografiche il suo nuovo lavoro dal titolo “Con tutto l’amore che ho”. Protagonista di questa pellicola in cui si racconta la fine burrascosa di un amore è la figlia di Albano e Romina Power, Cristel Carrisi. Nel cast, nelle vesti di co-protagonista, Biagio D’Anelli, diventato famoso grazie al Grande Fratello 11 oltre ad attrici come Sandra Milo e Barbara De Rossi. Il regista, Antonucci, torna nelle sale cinematografiche con un nuovo tema sociale da affrontare: ecco cosa ha raccontato ai microfoni di UrbanPost per presentare questo suo nuovo lavoro.

Caro Antonucci, iniziamo dall’idea di “Con tutto l’amore che ho”: di cosa parla?
“Tratta una storia realmente accaduta ed è un tipico caso di cronaca che siamo abituati a sentire quotidianamente che capita spesso. Si riparte da fatti realmente accaduti con la protagonista, interpretata da Cristel Carrisi, porta in scena l’Otello di Shakespeare intersecando due piani distinti: il primo, quello della finzione, con il secondo, quello della vita reale.”

Dovessimo inserire questo lavoro cinematografico in un determinato genere, quale sarebbe il più adatto?
“Si tratta di un genere sentimentale ma al contempo drammatico: parla di un amore vero ma anche di un amore malato. Emerge il contrasto di una nuova storia che si nutre della passione per un nuovo uomo e quel sentimento violento che pervade il ragazzo appena lasciato.”

METTI MI PIACE A URBANSPETTACOLO!

Ci racconta un po’ la composizione del cast? Troviamo volti noti, meno noti ma anche figli d’arte…
“Sì, la protagonista è interpretata da Cristel Carrisi, figlia di Albano e Romina Power. L’ho scelta perché mentre bazzicavo sul web ho visto un suo video musicale e mi ha colpito molto la canzone ‘Io’ dove le parole del testo si abbinavano molto alla storia che volevo raccontare. L’ho contatta e, dopo una serie di incontri, lei ha letto la sceneggiatura e ha accettato il ruolo. Sarà sua anche la colonna sonora del film mentre le altre musiche sono curate da Luciano Lombardi. Per quanto riguarda gli altri personaggi, impossibile non citare Barbara De Rossi: la sua consolidata esperienza emergerà tutta nel momento in cui si porterà in scena la madre alcolizzata che non riesce a stare dietro alla figlia e ai suoi problemi. Invece, Sandra Milo è una donna eccentrica, suona il pianoforte, cerca di stare vicino alla propria figlia ma con molte difficoltà.”

E l’idea di affidare a Biagio D’Anelli il ruolo di co-protagonista?
“Anzitutto, devo ammettere che non lo conoscevo e non sapevo avesse fatto il Grande Fratello. È stato scelto tramite casting, mi hanno ben colpito una serie di provini e ho deciso di affidargli questa parte. Il personaggi che interpreta, Marco, è molto particolare perché nel finale della pellicola diventa violento ma, come potrete vedere, lui lo è sempre stato.”

Come potremmo definire “Con tutto l’amore che ho”?
“Non è mai facile dare un’autodefinizione. Posso sottolineare come sia una pellicola in cui non emerga la violenza fisica ma prettamente quella psicologica: avessi messo in risalto la violenza fisica non avrei fatto altro che portare in scena un tipico servizio di telegiornale e non era assolutamente questo il mio obiettivo. La violenza fisica emergerà solo alla fine in un’escalation di emozioni in crescendo.”

Caro Antonucci, con i suoi lavori lei si sofferma sempre su tematiche a sfondo sociale…
“Sì, sono molto legato a questa tipologia di temi perché sono un osservatore di ciò che accade intorno a noi e voglio focalizzare l’attenzione su questi passaggi. Il cinema di oggi, purtroppo, è cambiato perché ha ridotti spazi per la distribuzione ma nello specifico di ‘Con tutto l’amore che ho’ devo dire di essere soddisfatto visto che il film va in proiezione in 50 sale.”

Arredare la casa con i quadri: intervista a Luigi Mirabella de “I Colori del Caribe”

anna moroni

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: insalata di manzo e verdure