in

Concordia, il teschio ritrovato potrebbe non essere di Russell Rebello

Altri resti umani sono stati ritrovati sulla nave della tragedia. La triste scoperta è stata fatta sul ponte 4 della Concordia dove, per la precisione, i sommozzatori e i Carabinieri hanno individuato un teschio e parti di una mano.
Successivamente i vigili del fuoco hanno informato il magistrato della procura di Genova, Federico Manotti, che ha disposto il sequestro dei resti. A breve verranno effettuati tutti gli esami del dna per stabilire a chi appartiene realmente il corpo.

Russell Rebello Concordia

Su una nota si legge: “Nel corso delle attività di ricerca all’interno della nave Concordia e precisamente sul ponte 3, i sommozzatori dei vigili del fuoco  hanno individuato alcuni resti ossei” e ancora, “A breve inizieranno le attività di repertazione e le analisi, il cui esito si attende per i prossimi giorni. Sono stati informati i familiari di Russel Rebello e della stessa signora Maria Grazia Trecarichi poiché non si può escludere che i resti possano appartenere a lei. Ogni informazione appena disponibile verrà tempestivamente comunicata”. Parole che lasciano ampio margine di dubbio e con il fiato sospeso le famiglie delle vittime.

La zona sulla quale si sono impegnate le ricerche dei sommozzatori è stata quindi suddivisa in quattro vaste aree ed è proprio sul ponte 4 che sembra più probabile si trovasse il cameriere Russell Rebello al momento della tragedia. Precedentemente, nello stesso punto, sono stati scoperti i resti mutilati di Maria Grazia Trecarichi.

Wanda Nara rinnovo Icardi

Wanda Nara è incinta: l’annucnio sul profilo Twitter del futuro papà Mauro Icardi

Marilyn Burns

Marilyn Burns è morta: l’attrice di ‘Non aprite quella quella porta’ aveva 65 anni