in ,

Concordia, l’ultimatum di Domnica a Schettino: “Se non racconti tutto di quella sera, sarò io a farlo”

Domnica Cemortan, la moldava in compagnia di Francesco Schettino, in plancia, la sera del terribile naufragio della Costa Concordia, torna a parlare. Ecco quindi riaccendersi i riflettori sul ‘fatale inchino’ della nave da crociera dinnanzi all’isola del Giglio, che costò la vita a 32 persone. Domnica fa sentire la sua voce, e dà un ultimatum al ‘suo’ comandante: “Schettino, se entro il 30 settembre non racconterai ogni cosa di quella sera, sarò io a farlo”. La bionda moldava annuncia scottanti rivelazioni sugli istanti che seguirono lo schianto della Costa Concordia contro lo scoglio del Giglio.Domnica Cemortan minaccia Schettino

Perché? C’è forse qualcosa che Francesco Schettino ha volutamente taciuto ai giudici in sede di processo? Stando al messaggio che Domnica ha scritto nel suo profilo Facebook nei giorni scorsi, evidentemente sì. Le sue parole tuonano come una minaccia: “Ti dò sei giorni per dire la verità su quello che è successo immediatamente dopo aver dato l’annuncio di abbandono della nave. Solo sei giorni!”.

Domnica nei mesi scorsi era stata messa alla strette dai magistrati, che nel sottoporla ad interrogatorio riuscirono ad estrapolare dalle sue deposizioni un’ammissione importantissima: la conferma di ciò che si sospettava, ovvero la sua relazione sentimentale con il comandante della Concordia. Cosa è accaduto in plancia la sera del 12 gennaio 2012? Ad oggi, nella ricostruzione dei fatti precedenti e successivi al naufragio esistono molte zone grigie, se non addirittura nere. Qualora Francesco Schettino perseverasse nella volontà di ometterle, abbiamo ragione di credere che sarà la sua ex amante a rivelare ciò che lui nasconde.

Strage di Sassano: conducente ubriaco, aveva il vizio di correre

Chi l'ha visto?

Elena Ceste news: perché il marito ha mentito?