in ,

Concordia, rimosso De Falco: trasferito in ufficio il capitano celebre per i dialoghi con Schettino

Il capitano Gregorio De Falco, reso celebre – suo malgrado – per le ‘famose’ telefonate in cui intimò più volte al comandante Francesco Schettino di tornare subito a bordo della sua nave – “Schettino vada a bordo, cazzo!” – negli attimi concitati che seguirono il naufragio della Costa Concordia, è stato trasferito in ufficio. Rimosso da ogni incarico operativo presso la Capitaneria di Livorno dopo 10 anni di servizio, l’ufficiale si è detto “molto amareggiato” per questo trasferimento che avverrà entro fine settembre, e lo confinerà nel suo nuovo incarico presso gli uffici della Direzione marittima di Livorno.Capitano De Falco famoso per dialoghi con Schettino

“Sono un militare”, ha asserito De Falco, senza celare la delusione di doversi occupare di questioni amministrative, lontano dal ‘suo’ mare. Sul caso tuttavia è stata aperta una interrogazione parlamentare, annunciata al ministro Maurizio Lupi da parte del parlamentare Pd Federico Gelli, il quale chiede che siano rese note le motivazioni di questa scelta.

“Il ministero dei Trasporti chiarisca la vicenda della rimozione del comandante Gregorio De Falco dal settore operativo della Capitaneria di Livorno e il suo trasferimento ad un ufficio amministrativo. Nel pieno del processo sul naufragio della Costa Concordia, è opportuno chiarire se ci siano motivazioni particolari dietro questa scelta”, ha dichiarato Gelli.

milan news inzaghi

Ultimissime Milan, verso Cesena Inzaghi è pronto a cambiare

Nigel De Jong

Calciomercato Milan: si complica il rinnovo di De Jong