in ,

Concordia, Schettino: “O la scialuppa o la morte quella notte” si commuove

Dopo aver puntualizzato in sede processuale la spartizione di responsabilità ed aver sottolineato con rabbia il suo status di capro espiatorio e di unico colpevole, Schettino prosegue con il racconto della sua verità ripercorrendo quella tragica notte a ridosso delle coste dell’Isola del Giglio. Il Comandante ha cercato di giustificare la propria scelta di abbandonare la nave mentre l’equipaggio e i passeggeri versavano in grave difficoltà e, nei casi peggiori, hanno incontrato la morte.

L’alternativa, mentre la Concordia si ribaltava di fianco, era morire o buttarsi fuori dall’ombra della nave che stava per abbattersi“. E ancora: “Sono pronto ad avere la mia quota di responsabilità”. Francesco Schettino giustifica quindi la propria condotta: secondo la sua ricostruzione se non si fosse messo in salvo sarebbe andato incontro a morte certa.

testo canzone bianco natale

Canzoni di Natale per bambini: testi tradizionali e del 2014, “Bianco Natale”

padre violenta figlia ritrovata

Padre stupra figlia 13enne per mesi: “Era mio padre, l’avevo appena ritrovato, ho accettato”