in

Concorsi nel Parlamento Europeo: come partecipare ai bandi

Il massimo organo legislativo comunitario ricerca personale da inquadrare con diverse tipologie di contratto. Si tratta di bandi rivolti ai cittadini degli Stati membri di entrambi i generi. Attualmente lavorano nelle istituzioni comunitarie più di 40.000 persone e l’ingresso è per concorso pubblico.

Tra i requisiti formali prescritti per partecipare ai concorsi nel Parlamento Europeo, ma in genere a tutti i concorsi europei, ci sono: possesso di un titolo di studio adeguato alla posizione da ricoprire, non essere in età di pensionamento, conoscenza di almeno due lingue tra quelle ufficiali ed esperienza pregressa, soprattutto per posizioni di prestigio dove i bandi possono prevedere anche competenze sul campo di almeno 15 anni.

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) è l’ente che gestisce le modalità di selezione sia per concorsi a tempo determinato che indeterminato. I concorsi sono per titoli e prove d’esame. I candidati idonei saranno valutati da apposite commissioni di selezione e prevedono diversi colloqui.
Si consiglia, prima di partecipare ad un concorso nel Parlamento Europeo, di leggere attentamente il bando e verificare la data di scadenza, di avere una casella di posta elettronica valida perché la domanda di partecipazione è online e di redigere un curriculum vitae dettagliato in formato word o PDF. La lettera di presentazione invece deve essere lunga al massimo 8.000 caratteri e scritta, eventualmente, anche in inglese e/o francese.

Lavorare nel Parlamento Europeo significa trasferirsi in una delle sue tre sedi: Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo. Parlare correttamente l’inglese, il francese o il tedesco ed essere disposti a vivere in un contesto multiculturale. Periodicamente la Gazzetta Europea pubblica bandi per lavorare per l’Unione Europea, download free.

Elenoire Casalegno Daniele Bossari, la coppia inseparabile: cosa c’è di vero? Ecco la verità

X Factor 2016 Biglietti Live Finale Milano Pubblico: ecco come acquistarli