in

Concorso ATA 2017: bando in arrivo, chi potrà partecipare?

Cresce l’attesa in vista dell’uscita del bando ATA: ma di quale concorso si tratta esattamente e chi potrà partecipare? Con la sigla “ATA” – acronimo per “amministrativo, tecnico e ausiliario” – si intende tutto il personale non docente che lavora nel mondo della scuola, la cui selezione avviene tramite concorso pubblico emanato dal MIUR, per titoli e/o titoli ed esami, a seconda del ruolo al quale ci si candida.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTE LE NEWS SUI CONCORSI PUBBLICI IN ITALIA!

In attesa dell’uscita del bando sulla Gazzetta Ufficiale e sul portale ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, possiamo anticipare quale sarà la suddivisione dei posti, stando alle ultime indiscrezioni. In tutto si parla di 10mila assunzioni, che potrebbero essere così suddivise:

      • 2.013 posti per assistenti amministrativi (ovvero figure professionali con competenze nella tenuta dell’archivio e del protocollo);
      • 6.949 per collaboratori scolastici (coloro a cui saranno affidati compiti di accoglienza e di sorveglianza degli alunni, di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi, di vigilanza e assistenza durante il pasto);
      • 216 per DSGA (Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, con titolo di studio in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio, o titoli equipollenti);
      • 790 per assistenti tecnici (addetti al supporto tecnico nello svolgimento delle attività didattiche specialmente nei laboratori);
      • 81 per addetti di aziende agrarie;
      • 87 per cuochi;
      • 49 per guardarobieri;
      • 19 per infermieri.

Per potersi candidare è necessario attendere la pubblicazione dei bandi sulla Gazzetta Ufficiale. Secondo quanto riportato da TiConsiglio.it, il bando che riguarda l’aggiornamento delle graduatorie di chi ha già prestato servizio come ATA per 24 mesi dovrebbe essere indetto entro la fine di febbraio, mentre per il bando di III fascia (per incarichi di supplenza a tempo determinato) potrebbero esserci ritardi. Una volta pubblicato il bando, leggete con attenzione i requisiti richiesti per ogni singolo ruolo: a quel punto avrete 30 giorni di tempo per presentare domanda.

In apertura: foto di geralt/Pixabay.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

martina pascutti, martina pascutti mamma, martina pascutti oggi, terribilmente mamma, cose che non faresti mai fare a tuo figlio

Terribilmente mamma: le 8 cose che non faresti mai fare a tuo figlio prima di diventare genitore

Replica La Porta Rossa Fiction Rai seconda puntata 24 febbraio 2017: come vedere il video integrale