in

Concorso scuola 2016 ultime notizie: ecco le date di tutte le prove scritte, cosa accadrà ai non abilitati?

Appartenete anche voi ai docenti che tenteranno il maxi-concorso della scuola? Nelle ultime ore il Ministero dell’Università e della Ricerca ha reso noto il calendario completo delle prove scritte. Come anticipato da UrbanPost, si comincerà il giorno 28 maggio 2016 con le prove scritte rivolte a chi si è candidato alle classi di concorso in storia dell’arte, laboratorio di liuteria, scienze e tecnologie agrarie, scienze e tecnologie nautiche, design del libro e laboratori di scienze e tecnologie meccaniche. Gli ultimi a cimentarsi nella prova saranno i docenti di cinese e gli insegnanti della scuola dell’infanzia il giorno 31 maggio.

La prova sarà “computer based”, durerà 150 minuti e si svolgerà su due turni, uno mattutino (con presentazione dei docenti alle ore 8) e uno pomeridiano (ore 14). Oltre a il documento di identità valido e il codice fiscale, sarà necessario mostrare la copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria (una ricevuta per ogni classe di concorso al quale si prende parte).

SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE SUI CONCORSI PUBBLICI SU URBAN POST!

Intanto, quale destino possono legittimamente aspettarsi i non abilitati? Il Ministero ha indicato come requisito minimo per partecipare al concorso il titolo di abilitazione, ottenuto mediante i Tfa, i percorsi speciali Pas oppure le vecchie Ssis. Numerosi sono gli esclusi che hanno presentato ricorso, attraverso studi legali o sindacati; secondo quanto si apprende da Il Fatto Quotidiano, gli ultimi giudizi collegiali del Tar hanno dato ragione al MIUR, anche se resta da sentire il parere del Consiglio di Stato come ultimo grado di appello: non è da escludere che proprio pochi giorni prima delle prove si apprenda se gli esclusi che hanno presentato ricorso entro i tempi stabiliti possano sedersi tra i banchi dei candidati.

In apertura: Image Credit Creativa Images/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

killer dell'ombrello news

Killer dell’ombrello, Doina Matei torna in carcere per foto su Facebook: era in regime di semilibertà

antonio razzi problema topi a roma

Topi a Roma, Antonio Razzi proposta shock: “Liberare 500mila gatti asiatici”