in

Concorso scuola secondaria 2019: date, prove, requisiti, tutto quel che c’è da sapere

Da mesi si aspetta l’uscita del bando del concorso per insegnare nella scuola di primo e secondo grado. Un modo per «agguantare il posto fisso», una speranza per i giovani laureati che desiderano muovere i primi passi nel mondo del lavoro e una certezza per i numerosi precari. Prevista una partecipazione di massa: oltre centomila laureati e decine di migliaia di precari. Cifre vertiginose: il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha spiegato che nel prossimo triennio saranno inseriti circa 50 mila docenti.

Concorso scuola secondaria 2019: quando ci sarà?

Nelle ultime ore il Ministro dell’Istruzione ha dato qualche informazione in più sull’imminente concorso nella scuola, parlando per la prima volta di date. Marco Bussetti ha dichiarato il bando ufficiale, salvo imprevisti, dovrebbe uscire il prossimo luglio. Le prove dovrebbero aver luogo invece a Settembre o comunque in Autunno.

Concorso scuola secondaria 2019: requisiti per partecipare

Per accedere ai posti comuni bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Abilitazione specifica sulla classe di concorso per la quale si intende concorrere

oppure

  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso) e conseguimento 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.
  • Potranno partecipare al concorso anche i docenti con tre annualità di servizio senza il possesso dei 24 Cfu.

Per i posti di sostegno, invece, sarà necessario avere la specializzazione sul sostegno. Gli ITP potranno concorrere con il solo diploma e senza l’obbligo del conseguimento dei 24 CFU (fino allanno scolastico 2024/2025). I precari storici, che hanno maturato tre anni di servizio negli ultimi 8, avranno una quota di riserva pari al 10% dei posti totali. I loro titoli poi saranno supervalutati: conteranno il 40% del punteggio complessivo. I vincitori del concorso scuola secondaria 2019, dovranno affrontare un anno di prova. Dopo la valutazione finale il docente verrà confermato in ruolo. Chi non vince il concorso, ma supera tutte le prove con il punteggio minimo richiesto, otterrà comunque l’abilitazione. 

Concorso scuola secondaria 2019: prove previste

I partecipanti dovranno partecipare a tre prove: due scritte una orale. La prima verterà sulla disciplina specifica inerente la propria classe di concorso. La seconda approfondirà le conoscenze relative alle discipline antropo-psico-pedagogiche e le metodologie e tecnologie didattiche. L’ultima, quella orale, sarà volta a valutare la conoscenza della lingua inglese e dell’informatica e potrebbe includere anche una simulazione pratica.

leggi anche l’articolo —> Google offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia, posizioni aperte, requisiti, come candidarsi

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Raffaella Carrà, il dolore della conduttrice nel ricordo della malattia del fratello

Uomini e Donne, Teresa Langella e Andrea Dal Corso diventano un fumetto