in

Confederations Cup, Brasile-Spagna:3-0, i verdeoro travolgono le furie rosse (Video)

Una finale dal ritmo indiavolato, nervoso ed incandescente! Il Brasile ha vinto la finale della Confederations Cup 2013 battendo 3-0 la Spagna al Maracanà di Rio de Janeiro. Le reti dei verdeoro sono state realizzate da Fred, autore di una doppietta, e di Neymar. Il gioco della Spagna si è sgretolato sin dai primi passaggi determinando il risultato finale e ha fatto capire che non è così infallibile. E questo lo si era capito giù nella semifinale combattuta con gli Azzurri e terminata ai rigori per 7-6 a favore delle furie rosse. Gli spagnoli stanchi  e provati si sono trovati davanti la migliore Selecao in tutti i reparti. Neymar

I brasiliani hanno dato il meglio del gioco fin dai primi minuti di gara sostenuti anche dal pubblico entusiasta. La Spagna ha perso dopo 29 risultati utili travolta da un avversario più dinamico e fresco. Lo stadio Maracanà rinnovato, ha visto per la quarta volta assegnare alla squadra di casa la Confederations Cup della sua storia per la terza volta di fila. Il nervosismo è serpeggiato sia dentro lo stadio che fuori con scontri violenti di manifestanti. Tutto questo però non ha intimorito gli undici eletti di Scolari che hanno raggiunto la finale sempre in crescendo. La pirotecnica formazione spagnola ieri sera era nettamente in riserva e solo Iniesta è stato all’altezza della sua fama.

Brasile subito velocissimo ed aggressivo e al 2’ si è trovato in vantaggio con un tiro di Fred da terra che ha beffato Casillas. Questo è stato il segnale che la Spagna poteva essere battuta.  IL gioco dei brasiliani è sempre stato particolarmente potente e preciso tenendo in scatto i campioni del mondo. Al 44′ il neo acquisto del Barça Neymar ha raddoppiato per i verdeoro infilando Casillas con un poderoso sinistro. Gli spettatori erano entusiasti e mentre gli uomini di Scolari, dal campo e dalla panchina, abbracciavano il fuoriclasse al 2’ Fred ha realizzato di destro il 3 gol. Una Spagna irriconoscibile ha ceduto le armi al 10’ quando Ramos ha fallito un rigore concesso per fallo su Navas appena entrato e con l’espulsione al 23’ di Piquè. Tutto questo fa capire che i padroni di casa sono intenzionati per l’anno prossimo, in occasione dei Mondiali, ad essere la squadra che farà sognare i suoi supporters e che darà battaglia, fin dal primo momento, alle altre Nazionali.

 

http://youtu.be/4-hxUuD6OC4

pancino sospetto

Charlotte Casiraghi e il pancino sospetto

Uruguay

Confederations Cup, Uruguay-Italia: 5-4 la punizione ci fa sognare e i rigori ci fan tremare (Video)