in

Conferenza stampa Realtà e prospettive della bellezza professionale in Italia: l’Oréal punta sull’innovazione in salone con la tecnologia di Samsung

Milano, 11 luglio 2016 – La conferenza organizzata presso il Samsung District, con tema “Realtà e prospettive della bellezza professionale in Italia“, evidenzia come il mercato della coiffure ha realizzato, solo in Italia nel 2015, 7,3 miliardi di euro, pari a mezzo punto del PIL. Un dato davvero importante pensando che sul territorio nazionale sono 90mila i saloni di bellezza e ben 180mila i parrucchieri registrati dall’indagine realizzata di Eurometra Monterosa in collaborazione con L’Oréal Italia.

Lo studio sottolinea come la professione di parrucchiere sia una tra le più gradite dagli italiani: il coiffeur piace perché è creativo (più del 90% degli intervistati), affascinante (quasi il 74% del campione) e permette di mettersi in proprio (più dell’80% del campione).
Questo risultato ci conferma che le nostre iniziative e il nostro impegno stanno andando nella giusta direzione – sottolinea Antonio Martinez-Rumbo, Direttore Generale di L’Oréal Italia Prodotti Professionali – L’Oréal Prodotti Professionali ha sempre puntato sulla formazione, perché si tratta di una leva determinante per valorizzare la professione e migliorare la qualità del servizio offerto. Si è da poco concluso il primo anno del corso di formazione superiore dedicato ai parrucchieri, che abbiamo realizzato in collaborazione con lo IAAD, una delle più prestigiose Università del design in Italia e nel mondo. E sul fronte della formazione continua le nostre Accademie solo nel 2015 hanno erogato 1.400 corsi di formazione per un totale di 66.000 contatti formativi.

Come viene evidenziato dai dati dell’Osservatorio 2016 su l’hairdressing in Italia e i risultati dell’indagine realizzata da Eumetra Monterosa sui mestieri emergenti, il 67% del campione preso in considerazione durante l’indagine il 68% dei parrucchieri adulti intervistati utilizza supporti digitali per facilitare la relazione con il cliente e nel 79% dei casi lo ritiene utile. L’archivio digitale risulta particolarmente vantaggioso nella gestione del rapporto con la clientela (per l’81% dei parrucchieri adulti), anche se si tratta di un servizio ancora poco diffuso. Lo utilizza infatti solo il 57% degli intervistati. Emerge inoltre che, a fronte della crescente diffusione di device digitali nei saloni, è ancora relativamente bassa la consapevolezza sui vantaggi del digital. Circa il 20% dei parrucchieri che non utilizzano i supporti digitali semplicemente “Non ci ha pensato”.
Durante l’evento si spinge l’acceleratore sulla digitalizzazione e il restyling del luogo clou, il salone. Con gli ospiti d’eccezione Cristina Scocchia, Amministratore Delegato L’Orèal Italia, il sociologo Renato Mannheimer, il Direttore Generale L’Oréal Italia Prodotti Professionali Antonio Martinez-Rumbo e il giornalista Nicola Porro si parla del progetto Salon Emotion Digital 2.0 portato avanti sul territorio italiano da Samsung e L’Oréal Italia. Il servizio è già disponibile in alcuni saloni come da Moha Parrucchieri ed Estetica e Emporio Parrucchieri a Milano e all’Hairport Salon di Roma Fiumicino.

tendenze moda estate 2016, tendenze moda estate 2016 costumi, tendenze moda estate 2016 righe, tendenze moda estate 2016 mare, tendenze moda estate 2016 spiaggia, costumi da bagno 2016, bikini 2016,

Tendenze moda estate 2016 costumi: come resistere alle righe?

Pensioni precoci e Governo e sindacati Ape

Pensioni 2016 news oggi: pensioni precoci, dall’incontro tra Governo e lavoratori molte novità e qualche spiraglio