in ,

Congedo mestruale: cos’è e come funziona

La Coexist, azienda di Bristol, ha deciso di introdurre nella sua policy interna il congedo mestruale per le dipendenti. Scopriamo insieme di che cosa si tratta, come funziona e quali benefici potrebbe apportare in termini di produttività lavorativa se diventasse una soluzione applicabile in più realtà.

Il congedo mestruale è un permesso che viene concesso, al di fuori delle giornate di malattia, a tutte le dipendenti che soffrono di dolori mestruali e di fastidi forti dati dal ciclo. Bex Baxter, direttore dell’azienda britannica, ha spiegato: “Negli anni ho lavorato con un numero elevato di personale femminile e ho visto molte donne sul posto di lavoro chine sulla scrivania a causa dei dolori mestruali, ma ciò nonostante non se la sentono di tornare a casa“.

Il direttore ha affermato anche che si tratta di un permesso che le dipendenti hanno il diritto di prendersi, del sano tempo libero per la cura di sé, senza soffrire silenziosamente sul posto di lavoro. Inoltre, ha dato anche un’altra motivazione, secondo cui le donne dopo il ciclo sono molto più produttive, assecondare il loro benessere ha una valenza doppia di importanza. Si diffonderà ad altri Paesi il congedo mestruale? (In alcuni Stati orientali è già in vigore dalla fine degli anni ’40…)

Formula 1 GP Messico streaming gratis

Formula 1, test terminati ora si fa sul serio: 5 cose da sapere sul Mondiale che sta per iniziare

sprechi aliementari, sprechi alimentari in italia, sprechi alimentari italia dati, rimedi contro spreco alimentare, come non sprecare il cibo

Sprechi alimentari dati Italia: le iniziative per non buttare il cibo