in ,

Congedo parentale Inps: domanda e istruzioni per richiederlo

Con la pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale sono entrate in vigore, il 25 giugno 2015, le novità riguardanti il congedo parentale previste dal Job Act. Tra queste troviamo l’elevazione dei limiti temporali per poter fruire del periodo di congedo. Infatti, i lavoratori dipendenti, madri o padri, avranno la possibilità di beneficiare dell’astensione dal lavoro, senza retribuzione, fino al compimento dei 12 anni del figlio o del bambino adottato o affidato, entrato a far parte della famiglia.

Un ulteriore modifica riguarda il congedo retribuito al 30% che ha subito, anche in questo caso, un innalzamento a 6 anni di vita del bambino o dall’ingresso in famiglia, nei casi di adozione o affidamento. Entrambe queste estensioni riguardano i periodi di congedo fruiti dal 25 aprile al 31 dicembre 2015.

Le domande dovranno essere presentate in via cartacea nel caso si richieda per i figli che hanno un’età compresa tra gli 8 e i 12 anni, mentre se il bambino ha un’età inferiore agli 8 anni, la procedura di richiesta è telematica. Il messaggio divulgato dall’Inps del 6 luglio 2015 spiega che la modalità di presentazione cartacea è consentita per il mese di luglio finché non sarà adeguata la procedura telematica. Il modello cartaceo SR23 è scaricabile dal sito dell’Inps, nella sezione dedicata alla modulistica.

Photo credit: suravid/shutterstock

gravidanza in estate come comportarsi, gravidanza caldo estate

Gravidanza in estate, come comportarsi e come sopravvivere al caldo

Richard Gere baby fidanzata

Richard Gere baby fidanzata: vacanze bollenti a Taormina con la nuova fiamma