in

Congedo parentale a ore: come presentare domanda all’Inps e novità introdotte dal Jobs Act

É possibile, da oggi, presentare domanda attraverso procedura online per la fruizione su base oraria del congedo parentale per i genitori lavoratori dipendenti. Con la circolare 152 dell’Inps sono state apportate e novità introdotte con uno dei decreti attuativi del Jobs Act. Il congedo parentale a ore si aggiungerà, dunque, a quello mensile e giornaliero. Questo tipo di congedo può essere fruito anche in mancanza dell’intesa tra le parti ma, in questo caso, “la fruzione su base oraria è consentita in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero“. Se il congedo viene richiesto in base al criterio generale dell’articolo 32 del Dlgs 151/2001, “la fruzione nella singola giornata di lavoro è necessariamente pari alla metà dell’orario medio giornaliero“.

=> CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE OFFERTE DI LAVORO.

Se, invece, il congedo è legato alla contrattazione collettiva, la durata potrà essere anche inferiore. Per presentare domanda si richiede l’utilizzo di un modello specifico, in cui chi fa domanda deve dichiarare il numero di giornate da fruire in modalità oraria ed il periodo all’interno del quale queste giornate lavorative verranno fruite. Inizialmente le domande dovranno essere presentate relativamente al singolo mese solare e, di conseguenza, se si volesse fruire della nuova modalità per due mesi si dovranno presentare due domande differenti. Facendo riferimento alla prima domanda, comunque, bisognerà indicare solamente il numero di giornate intere su base oraria all’interno del nuovo mese.

Le modalità di invio della domanda restano invariate:

  • tramite web – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it – Servizi on line);
  • tramite Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • tramite Patronati, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Il genitore ha l’obbligo di comunicare al datore di lavoro l’intenzione di fruire del congedo parentale su base oraria con due giorni di preavviso, indicando l’inizio e la fine del periodo di congedo.

 

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Belotti al Torino

Calciomercato Torino Ultimissime: Belotti vestirà la maglia numero 9

Roma terrorismo obiettivi

Milano batte Roma: le città più sicure al mondo nella classifica Economist