in

Congresso Medicina e Pseudoscienza 2017: l’intervento di Giorgio Dobrilla sull’effetto placebo

Il dottor Giorgio Dobrilla, Primario gastroenterologo emerito all’Ospedale di Bolzano e consulente medico del CICAP, è intervenuto durante il primo Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza organizzato dal gruppo C1V edizioni di Cinzia Tocci per parlare dell’effetto placebo sul cervello.

Dell’effetto placebo, come ha sottolineato il medico all’inizio del suo intervento, non si sa molto. La definizione più accurata che è possibile dare, secondo lo specialista, è la seguente: “Un cambiamento all’interno del corpo e del complesso corpo-mente, dovuto al significato simbolico che si attribuisce a un evento o a un mezzo, non necessariamente un farmaco, implicati nel processo di guarigione“. Una caratteristica fondamentale dell’effetto placebo risiede nel fatto che si manifesta solo nel soggetto vigile; ciò significa che non vi è l’effetto placebo quando è presente un danno cerebrale o quando viene somministrato a un soggetto anestetizzato oppure quando al paziente non viene data alcuna informazione.

Al contrario di ciò che si pensa, ha spiegato il dottor Giorgio Dobrilla, l’effetto placebo non è esclusivamente di carattere psicologico, ma intervengono alcuni processi durante i quali vengono prodotti alcuni mediatori, tra questi vi è anche la morfina pura e gli endocannabinoidi (marijuana). Successivamente, il medico ha portato alcuni esempi inerenti all’effetto placebo e di come sia in grado di influenzare alcuni processi cerebrali. Dunque, sono necessari ulteriori studi e ricerche per comprendere tutti i meccanismi non ancora conosciuti e che operano alla base dell’effetto placebo.

[dicitura-articoli-medicina]

FABRIZIO CORONA esce dal carcere

Fabrizio Corona processo, attacco al fidanzato di Nina Moric: “Luigi Mario Favoloso ha messo una bomba sotto casa mia”

Diretta Borussia Dortmund-Benfica dove vedere in tv e sul web

Dortmund Monaco, esplosione coinvolge pullman squadra: Bartra ferito