in ,

Consigliere regionale Lazio, stipendio 6800 euro al mese, si lamenta: “Sono pochi”

La notizia riportata da Il Messaggero ha dell’incredibile. Giuseppe Cangemi del Nuovo Centro Destra, consigliere regionale del Lazio, stipendio di 6800 euro netti al mese, non è soddisfatto di quanto prende. A suo dire, è troppo poco. Non vogliamo fare demagogia spicciola, lasciamo ai lettori ogni commento. Come detto, netti, puliti, al mese, Cangemi e gli altri consiglieri regionali del Lazio portano a casa 6800 euro. Lui, però, dice che gli hanno tolto il permesso ztl e per spostarsi deve usare la sua auto. E poi non ci sarebbero altri soldi per la segreteria del partito e lui e gli altri iscritti devono contribuire alle spese delle sedi. Prima, dice lui, lo stipendio era di 12.000 euro al mese.

quando prende un consiglere regionale

Poi sono successi gli scandali Fiorito e Maruccio e allora qualche benefit è stato tolto. E dai 6800 euro netti attuali, il Governo Renzi, taglierà fino a 5200 euro. Ovvero quanto prende il sindaco di Roma, Ignazio Marino. Ma quando il giornalista de Il Messaggero, Mauro Evangelisti, gli fa notare che chi prende 1000 euro al mese si arrabbierà per le sue affermazioni, il consigliere regionale del Lazio Giuseppe Cangemi fa notare che per fare politica ci vogliono i soldi e che sarà costretto a tagliare sedi e collaboratori. Insomma, per Cangemi è un’ingiustizia. Nel Lazio hanno tagliato e nessuno lo dice. E non è tutto.

Avendo fatto l’assessore esterno alla sicurezza nella giunta Polverini (che come specifica Il Messaggero non è stato eletto, dunque solo nominato), Giuseppe Cangemi al raggiungimento dei 50 anni prenderà anche il vitalizio. Potrà aggiungere così un altro tassello alla sua carriera da paracadutista nell’esercito, assessore e consiglere regionale

Tavecchio candidato FIGC

Ct Nazionale, Tavecchio: “Ho sentito Conte e altri tre o quattro”

Calciomercato Manchester City news, David Silva: l’accordo c’è