in

Contratti di solidarietà 2016 espansivi di tipo “b”: ecco cosa cambia, abolizione e novità

Che cosa sono i contratti di solidarietà? Introdotti nel nostro ordinamento dalla legge n. 863 del 1984, questi contratti stanno ad indicare particolari accordi collettivi stipulati tra l’azienda e le organizzazioni sindacali, aventi come oggetto la riduzione dell’orario di lavoro del personale.

La tipologia più diffusa di questo tipo di contratto è il cosiddetto contratto di solidarietà difensiva (art. 1 legge 863/84), nato con l’obiettivo di mantenere l’occupazione in caso di crisi aziendale e conseguentemente evitare la riduzione del personale.

E’ importante sapere che la normativa che regolamenta i contratti difensivi varia a seconda del tipo di azienda interessata. Le aziende rientranti nel campo di applicazione della disciplina in materia di CIGS sottostanno a particolari regole, consultabili interamente nella pagina dedicata dell’Inps; esistono poi le cosiddette aziende di tipo “b”, ovvero realtà lavorative che non rientrano nel campo di applicazione della normativa in materia di Cassa Integrazione (come imprese commerciali, del terziario o artigiane, aziende appaltatrici di servizi di mense e di servizi di pulizia), ma a cui la legge 236/93 aveva esteso l’istituto dei contratti di solidarietà.

Che cosa cambia quest’anno? Come comunicato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in una nota diffusa il 18 febbraio 2016, i contratti di solidarietà non industriali applicati alle aziende di tipo “b” verranno aboliti dal 1° luglio 2016, con l’obiettivo ultimo di favorire la passaggio al riformato sistema degli ammortizzatori sociali e ricondurli nei fondi di solidarietà bilaterali introdotti dall’art. 27 del decreto legislativo n. 148 del 2015.

Le aziende che rientrano nel campo di applicazione della normativa relativa al Fondo di integrazione salariale “potranno scegliere se accedere alle prestazioni previste dal Fondo di integrazione salariale o al contributo di solidarietà”, nel rispetto dei limiti temporali e finanziari previsti dalla normativa; ricordiamo, infatti, che la Legge di Stabilità 2016 ha stabilito che la misura sarà finanziata con 60 milioni di euro per l’anno in corso.

In apertura: foto di Gajus/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Antoine Griezmann highlights

Real Madrid – Atletico Madrid 0-1 highlights, sintesi, video gol, Griezmann è letale per Zidane

The Vampire Diaries 7 stagione: Damon non ha tradito Elena, 7 motivi