in ,

Contromano in Tangenziale: Aniello Mormile trasferito dall’ospedale al carcere

Dopo essere stato sottoposto ad intervento chirurgico, lunedì sera Aniello Mormile è stato dimesso dall’ospedale San Paolo di Napoli ed immediatamente trasferito nel carcere di Poggioreale perché accusato di duplice omicidio volontario. Mormile dopo il ricovero per fratture alla tibia e al perone, si era avvalso della facoltà di non rispondere ai magistrati, così il gip Claudio Marcopido aveva predisposto per l’indagato la custodia cautelare in carcere.

Il dj all’alba del 25 luglio scorso aveva causato un terribile schianto in Tangenziale, dopo averne percorso 5 km contromano e a fari spenti. In quel terribile incidente persero la vita un automobilista e la fidanzata di Aniello, la 22enne Livia Barbato, deceduta in ospedale.

Anche se non sono ancora chiare le motivazioni per le quali il dj 29enne ha compiuto quella inversione di marcia, conducendo in maniera controllata la sua Renault Clio per un così lungo tragitto, gli inquirenti sono convinti che il ragazzo fosse perfettamente lucido e consapevole di compiere quella manovra azzardata. A confermare siffatta ipotesi anche il primo soccorritore giunto sul luogo dello schianto, che descrisse da subito Aniello come “lucido e cosciente”.

Andreolli calciomercato Bologna

Calciomercato Inter ultimissime: Andreolli, niente Bologna per lui

Un Posto al Sole anticipazioni

Un Posto al Sole anticipazioni 6-7 Agosto 2015: Claudio torna per Sandro