in ,

Cooperante italiano ucciso in Bangladesh, svolta indagini: arrestate 4 persone

Svolta nelle indagini sull’omicidio di Cesare Tavella, il 51enne cooperante italiano ucciso il 28 settembre a colpi di arma da fuoco a Dacca, in Bangladesh, mentre faceva jogging nel quartier diplomatico. L’agguato mortale era stato rivendicato dall’Isis, e dopo settimane di indagini le autorità hanno arrestato quattro persone ritenute responsabili dell’omicidio: si tratta di Chakti Russell, Kala Russell e Shooter Rubel e Sharif, questi i loro nomi.

Secondo gli inquirenti “tre di loro sono direttamente coinvolti nell’omicidio”, il quarto sarebbe invece accusato di favoreggiamento per aver fornito ai killer la moto utilizzata nell’agguato. Il mezzo, secondo quanto riferito da Muntashirul Islam, portavoce della polizia di Dacca, sarebbe stato recuperato dagli inquirenti che in una conferenza stampa prevista nelle prossime ore renderanno noti altri dettagli della operazione investigativa che ha portato all’arresto dei presunti responsabili dell’agguato mortale.

Cesare Tavella era un veterinario e da agosto aveva iniziato a lavorare in Bangladesh come project manager per la ong per la “Icco Cooperation” ed era impegnato nel settore dell’agricoltura locale e dell’alimentazione.

logitech

Logitech Keyboard K400 Plus recensione

Lamborghini lavora con noi

Lamborghini lavora con noi: ecco le offerte di lavoro di ottobre 2015