in ,

Copa America: il Cile accusa l’Argentina di xenofobia

Si sa. A volte il gioco del calcio pecca di stile. A volte la maleducazione prende il soppravvento. A volte il cervello viene spento, e l’impulsività la fa da padrona. É successo anche in questi giorni, quando durante la Copa America, molto sentita dai club sudamericani l’Argentina è stata accusata di cori xenofobi contro i cugini cileni.

Le strofe cantate ad alta voce dai tifosi argentini augurano un’inondazione punitiva al popolo cileno, a seguito del loro appoggio agli inglesi durante la contesa con i blanco celesti per il controllo delle isole Falkland. Nel 2010 uno tsunami a Concepcion, Cile, causò molti morti. Una ferita ancora aperta, dove i tifosi argentini hanno deciso di infilare un coltello ben affilato.

Un dolore che certo i tifosi cileni e anche alcuni esponenti del governo cileno non hanno mandato giù, invocando a l’Intendencia de la región una punizione per comportamento xenofobo. Esagerato forse, ma è certo che i cori ritenuti goliardici dai tifosi argentini hanno valicato quei confini che nel calcio mai andrebbero valicati. Morte e tragedia andrebbero lasciati fuori dai campo da gioco. Ma a volte, come dicevo, il cervello viene spento.

Argentina – Paraguay sintesi: https://urbanpost.it/coppa-america-cile-2015-argentina-paraguay-risultato-finale-6-1-sintesi-e-highlights

Sky presenta il nuovo reality Affinity: ecco il cast e quando partirà

fratelli-salvatore-the-vampire-diaries

The Vampire Diaries 7 anticipazioni, nuova coppia tutta al femminile: l’amore in rosa