in

Copertina Crozza, diMartedì, 7 ottobre: ‘Renzi e il vertice Governo-sindacati’

Imperdibile la copertina del talk show politico diMartedì, grazie alla satira dai ritmi incalzanti di Maurizio Crozza. Tema centrale della performance del comico genovese, il Vertice a Palazzo Chigi con i rappresentanti dei lavoratori e imprese su riforma del lavoro, contratti e salari, avvenuta il 7 ottobre dalle 8 alle 9 della mattina. Crozza ironizza sarcasticamente proprio sulla durata dell’incontro:”Un’oretta. Non c’era molto di cui discutere: l’Art 18, il Tfr, lo statuto dei lavoratori, il precariato, i contratti, il salario minimo. Più che un vertice Governo-sindacati sembrava uno speed date”- e continua- ” Alle 8 del mattino le sinapsi dell’italiano medio riescono a concepire solo una cosa, caffè. Magari sul caffè un accordo l’hanno anche trovato, sul resto buio totale”. Poi Crozza entra nei panni di Susanna Camusso: “In un’oretta, noi del sindacato, al massimo, dobbiamo capire dove ci dobbiamo sedere, un primo contenuto arriva alla sesta ora”.

Copertina Crozza diMartedì

Il comico, nelle vesti del segretario generale della Cgil, domanda a Guglielmo Epifani, ospite della trasmissione, se si ricorda di come funzionavano gli accordi sindacali ai ‘vecchi  tempi’: “Iniziavano a giugno e finivano nel periodo delle castagne’. Crozza non demorde e tenta di coinvolgere tutti gli ospiti. Rivolgendosi a Giovanni Toti, ironizza sul fatto che Fi ha lo stesso peso nelle decisioni del governo, che lui ha per il Sinodo di Papa Francesco.

Non può mancare la storica imitazione di Pierluigi Bersani. L’ex segretario del Pd, famoso per l’immagine mediatica di ‘persona di buon senso popolare’, irrompe improvvisamente nella dissertazione, con i suoi detti popolari, definiti da Umberto Eco ‘bersanemi’: “Ehi, Ragazzi! Ormai ha più tessere Sky del Pd, rispetto al Pd Sky ha anche più contenuti”- e continua- ” Non è che mungendo una mucca cinese, viene fuori latte di mandorla”. Secondo Crozza, Renzi vuole ‘approvare tutto’ perché deve incontrare la Merkel ai vertici dell’Ue. Peccato che abbia soltanto una delega in bianco.  La copertina si conclude con un’esilarante imitazione del Presidente del Consiglio che, tenendo in mano il foglio bianco di un programma di governo non ancora avviato, recita sula falsa riga della famosa pubblicità di un detersivo: “E’ bianco che più bianco non si può. Non esistono leggi impossibili, soltanto sindacati sbagliati. Con ‘Io Presto’, sono tutti a novanta gradi”.

Written by Ilaria Boldrini

Insegnante, 39 anni, appassionata di arte moderna e contemporanea, politica, poesia.

un'altra vita, anticipazioni puntata 14 ottobre

Un’altra vita, anticipazioni ultima puntata 14 ottobre: Camilla in pericolo

eventi cinema e motori Bologna 2014

Maserati, centenario 2014: date e orari della mostra