in ,

Coppa America Cile 2015: Brasile – Paraguay risultato finale: 4-5 dcr sintesi e highlights

Il Brasile saluta la Coppa America Cile 2015, ed è ancora una volta il Paraguay a eliminare i verdeoro; proprio come nella Coppa America di 4 anni fa. Brasile e Paraguay regalano una partita vera mettendo in campo tanta grinta e un bel calcio. Lunga fase di studio fin quando Dani Alves e Robinho inventano un’azione spettacolare che porta l’ex Milan a trovare il vantaggio con un tocco facile facile. Robinho ripaga così la fiducia di Dunga che gli ha regalto la prima presenza in questa Coppa America. Il primo tempo può essere riassunto così, perché dopo il gol del Brasile sale l’intensità ma cala la qualità.

Il Paraguay comincia la ripresa decisamente più spigliato, guidato da Gonzalez. Jefferson è costretto agli straordinari prima per salvare un calcio di punizione dello stesso Gonzalez e poi su un destro di Da Silva. Al 70′, però, c’è la svolta del match: Thiago Silva tocca di mano in area: è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Gonzalez che non sbaglia e porta il Paraguay sull’1-1. Ancora Gonzalez prova a evitare i calci di rigore ma ancora Jefferson a dirgli di no, ci prova anche Coutinho ma il suo timido tentativo sortisce pochi effetti.

Per la seconda volta in questa Coppa America si va ai calci di rigore per decidere l’ultima semifinalista. Nella lotteria dei calci di rigori si rivelano fatali i cambi effettuati da Dunga, infatti, sono proprio Everton Ribeiro e Douglas Costa subentrati a Robinho e Willian a sbagliare il tiro dagli undici metri. I giocatori dell’Albirroja sembra quasi vogliano bucare la rete, esagera troppo Santa Cruz che calcia alto. Il rigore decisivo viene poi trasformato da Gonzalez che sentenzia il Brasile. Si delinea così il quadro delle semifinali della Coppa America Cile 2015: 30/06 Cile – Perù; 01/07 Argentina – Paraguay.

Selfie con testa mozzata terrorista Isis

Attentato Isis in Francia ultime news: terrorista fece selfie con testa mozzata

gabriele d annunzio il piacere

50 sfumature di grigio o di Vate? La copertina de “Il piacere” imita la trilogia