in

Coppa Italia: Juventus – Verona risultato finale: 6 a 1 sintesi, highlights, video gol

In una fredda serata torinese un pubblico, stranamente delle grandi occasioni per un ottavo di finale di Coppa Italia, ha assistito a una grande Juventus che ha liquidato in scioltezza un impotente Verona con il risultato finale di 6 a 1. Entrambi gli allenatori decidono di mandare in campo due formazioni ampiamente rimaneggiate: Allegri opta anche per un cambio di modulo, sarà infatti 4-3-3 con tridente composto da Morata, Giovinco e Simone Pepe che non scendeva in campo da titolare da oltre 3 anni. Mandorlini  rinuncia invece al perno della sua squadra Luca Toni e manda in campo il brasiliano ex Cagliari Nenè.

Il Verona, in insolita tenuta bianca, mette paura alla Juventus dopo 40 secondi con il destro di Campanharo che esce di poco alla sinistra di Storari. Ma 5 minuti più tardi è Sebastian Giovinco a mettere in chiaro le cose, con una punizione non certo irresistibile piega la mano al colpevole Rafael. Il numero 12 bianconero ci riprova sette minuti più tardi, sempre su punizione, ma la conclusione termina alta sopra la traversa. La Juventus macina gioco meravigliosamente complice un Verona troppo molle. E’ la prova di ciò il gol di Pereyra, il primo in maglia bianconera, al minuto numero 21; l’argentino supera Rodriguez e poi davanti a Rafael con un tocco delizioso di esterno la piazza sul secondo palo. Tante occasioni ancora per la Juve, anche per Pepe, apparso in ottima forma e nel recupero arriva la doppietta di Giovinco che riceve un tocco di Lichsteiner e da due passi supera ancora una volta Rafael con una difesa veronese ancora troppo morbido. Da segnalare un problema alla caviglia per Ogbonna che ha dovuto lasciare il posto a Chiellini.

A chi pensava che nel secondo tempo la Juventus si sarebbe fermata, si sbagliava. Dopo soltanto 5 minuti è Pogba a siglare il gol del 4 a 0 dopo una serie di rimpalli vinti. Dopo qualche minuti c’è la reazione del Verona con Nenè che da zero metri spinge in rete una sponda di Marquez, è il gol del 4 a 1. La Juventus però continua a impartire lezioni di calcio e al minuto 62 è la spina nel fianco Giovinco a guadagnarsi un calcio di rigore che poi verrà trasformato da Alvaro Morata. Partita suggellata da un gol meraviglioso da fuori area del talentino Kingsley Coman che batte Rafael con un tiro all’angolino. La Juventus vola ai quarti di finale dove affronterà il Parma, per il Verona, invece, domenica sera si ritorna allo Juventus Stadium sperando in un risultato migliore.

http://youtu.be/s5FdVx__xk4

 

Pitti immagine 87: le tendenze moda uomo riassunte in due parole, colore e fantasia

Belen Rodriguez con Stefano De Martino e tutti gli altri vip al Pitti Uomo