in ,

Coppia dell’acido processo bis: Alexander Boettcher incontra vittima sfigurata

Si è aperto oggi nel Tribunale di Milano il processo bis alla ‘coppia dell’acido’, formata da Martina Levato e Alexander Boettcher, già condannati in primo grado a 14 anni di reclusione per aver sfigurato con l’acido il giovane Pietro Barbini il 28 dicembre scorso. Associazione a delinquere insieme all’amico e presunto complice, Andrea Magnani, questo il capo d’accusa per Alexander e Martina. In aula, oggi, le vittime della lucida malvagità degli imputati: Stefano Savi e Antonio Margarito, che di recente ha scelto di farsi inquadrare dalle telecamere di Quarto Grado per rendere una dichiarazione pubblica della sua orribile esperienza con la ex studentessa bocconiana, rea di avere tentato di evirarlo.

Stefano Savi, lo studente 25enne aggredito con l’acido il 2 novembre scorso, senza nascondere i segni in volto della barbarie perpetrata a suo danno dalla ‘coppia diabolica’, già ieri aveva dichiarato di voler “guardare in faccia” chi lo aveva ridotto in quelle condizioni, ed oggi lo ha fatto. Ha rivolto lo sguardo ad uno dei suoi aguzzini, Alexander, il quale, impassibile, non ha abbassato il suo, anzi, ha lasciato trapelare quasi un’aria di sfida.

Stefano Savi non cerca vendetta – “Non spero in una confessione ma esigo la verità”, aveva detto –  ma vuole che la sua storia “serva da esempio perché non succeda mai più a nessun altro”. Martina Levato, che oggi non era in aula, sarà processata con rito abbreviato venerdì prossimo, anche se è prevedibile che i suoi legali chiederanno un rinvio per ‘legittimo impedimento‘, in quanto la loro assistita è impegnata nella causa per ottenere l’affidamento del figlio, nato durante la detenzione.

Foto Facebook

don matteo 10

Don Matteo 10 anticipazioni: il backstage di Belen Rodriguez

vanessa incontrada facebook

Vanessa Incontrada Facebook: tatuaggio nuovo per il figlio