in ,

Cornuda omicidio Sofiya Melnyk news: pelle sotto le unghie, la firma dell’assassino?

Cornuda omicidio Sofiya Melnyk ultime notizie: sebbene ancora non vi siano le prove concrete che le ecchimosi e gli ematomi riscontrati su tutto il corpo durante l’esame autoptico siano riconducibili a un violento pestaggio, sembra che la 43enne ucraina scomparsa il 15 novembre a Cornuda e ritrovata cadavere in fondo a un dirupo sul monte Grappa il 24 dicembre, abbia cercato disperatamente di difendersi, reagendo all’aggressione del suo assassino.

Le tracce di pelle rinvenute sotto le sue unghie, infatti, farebbero supporre che la donna abbia avuto una colluttazione con il suo aguzzino, e che il materiale biologico rinvenuto sui suoi margini ungueali sia la firma lasciata dal killer che, ormai è noto, la procura di Treviso che indaga sul caso ipotizza sia stato il compagno della donna, Daniel Pascal Albanese, trovato morto impiccato in casa il 26 novembre scorso. Sofiya avrebbe dunque tentato disperatamente di difendersi prima di essere scaraventata giù dal burrone – forse quando purtroppo era ancora in vita – in quel tragico pomeriggio del 15 novembre. Il Ris di Parma sta lavorando sulle tracce biologiche ritrovate all’interno della macchina della donna e sul dna del materiale biologico ritrovato sotto le sue unghie della vittima, in attesa di risposte concrete su come siano andati i fatti.

Cornuda omicidio Sofiya Melnyk autopsia news: nuova ipotesi da ematomi sul corpo

Nell’auto si Sofiya, trovata in un parcheggio a Maser pochi giorni dopo il rinvenimento del cadavere del compagno Pascal Albanese, suicida all’interno della loro villetta a Cornuda, sono state trovate anche tracce di sangue. Esigue quantità, certo, che però vanno ad aggiungersi ad altro materiale ematico presente sul volante della vettura e che insieme potrebbero rappresentare importanti tasselli utili a ricomporre un puzzle investigativo molto complicato.

La risposta che gli inquirenti cercano potrebbe arrivare proprio dalla pelle travata sotto le unghie di Sofiya, tessuto epidermico strappato via nel corso di un disperato tentativo di difendersi da chi le ha tolto la vita. Le tracce di quella spietata violenza sono tutte sul suo cadavere e la cui natura però ad oggi non è stata ancora appurata. Potrebbero sì essere dovute a delle botte inverte con un bastone, calci e pugni, oppure alla caduta giù per la scarpata. Tuttavia la loro particolare simmetria potrebbe anche essere ricondotta a delle pratiche sessuali estreme. Occorre attendere prima di avere certezze su come siano andati i fatti, gli accertamenti degli inquirenti vanno avanti senza sosta.

Seguici sul nostro canale Telegram

NICHELINO UOM ACCOLTELLATO AL CUORE

Ragazzo ucciso a Piacenza: accoltellato a morte davanti al bar durante una rissa

natale 2016 addobbi casa, natale 2016 decorazioni casa, natale 2016 addobbi casa star americane, natale 2016 vip americani,

Beyoncè oggi: nuovo look per la cantante (FOTO)