in ,

Corona, la Cassazione conferma la sorveglianza speciale

Ѐ stata depositata ieri 15 maggio la sentenza della Cassazione che conferma la misura di sorveglianza speciale a carico di Fabrizio Corona, così come disposto dalla Corte di Appello di Milano nel maggio dello scorso anno.

fabrizio corona in carcere

Un verdetto che attesta la «pericolosità sociale» dell’ex fotografo dei vip, condannato per reati plurimi a quindici anni di reclusione da scontare nel carcere dell’Opera di Milano. Le motivazioni? La tendenza a “frequentazioni criminali”, ad “atteggiamenti inclini a violare ogni regola di convivenza civile”,  alla “ricerca di guadagni illeciti” e, in generale, a “condotte prive di scrupoli”.

Insomma, un’inclinazione a delinquere, che del resto si riflette nella lunga serie di reati a suo carico, tra cui truffa, estorsioni, spendita di denaro falsificato, ricettazione e reati fallimentari. Motivo per cui è meglio che Corona resti in carcere, ancora per un lungo periodo.

(fonte: Il Corriere)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Anticipazioni Il segreto venerdì 16 maggio: Zamalloa scrive una lettera

Samuel Eto'o

Mercato, Eto’o: il Monaco ora pensa seriamente a lui