Menu
in

Coronavirus, code e assembramenti: nasce l’app per prenotare in sicurezza

Code e assembramenti? Nasce l’app per prenotare in sicurezza. Nel cuore di Bergamo, mentre la città diventava un epicentro Covid immortalato dall’ormai storica immagine del corteo di bare sui camion militari, tre giovani in quarantena hanno provato ad immaginare le esigenze delle attività italiane aperte al pubblico a lockdown terminato. Evitare gli assembramenti, riducendo il rischio di una nuova ondata di contagi, e riaggiornare la propria organizzazione in chiave tecnologica: questi gli imperativi emersi dal post-Coronavirus.

leggi anche l’articolo —> Coronavirus, primo vaccino pronto: è cinese e verrà dato ai Militari

Coronavirus, code e assembramenti: nasce l’app per prenotare in sicurezza

Marco Marchesi, Salvatore Santaniello, Stefano Curnis hanno così dato vita ad una webapp. Si tratta di prenotaunposto.it, che fa della massima semplicità di utilizzo il proprio punto di forza al fine di facilitare la ripresa di attività e clienti, garantendo ad entrambi il massimo livello di sicurezza possibile. Il funzionamento è immediato: le strutture possono contingentare gli accessi tramite la personalizzazione totale degli aspetti gestionali. Dai limiti orari al numero di presenze, e per gli utenti è ancora più facile. Dopo la registrazione con nome e cognome è sufficiente scegliere la tipologia di attività desiderata – una cena al ristorante, un allenamento in palestra o in piscina, persino una sessione di golf – e prenotaunposto.it mostra in tempo reale l’effettiva disponibilità dei posti, le distanze da mantenere e offre la possibilità di prenotare con un solo click.

«Il progetto è nato a Bergamo mentre la pandemia sconvolgeva la nostra città»

«Il progetto è nato a Bergamo mentre la pandemia sconvolgeva la nostra città. Così abbiamo avvertito il bisogno di dare il nostro contributo alla lotta contro il virus creando un’applicazione che permettesse di evitare code e assembramenti. L’app si rivolge a tutte quelle attività aperte al pubblico come palestre, piscine, stabilimenti balneari, ma anche uffici, negozi e ristoranti dove il numero delle persone è limitato dalle nuove regole e c’è l’obbligo di tenere il registro presenze», ha spiegato il fondatore Marco Marchesi.

Tra le strutture che hanno già adottato il sistema ci sono diverse palestre in tutta Italia, ristoranti, locali, golf club e persino realtà istituzionali come il Comune di Palazzago, proprio in provincia di Bergamo, che sta utilizzando prenotaunposto.it come sistema di prenotazione per i cittadini che devono recarsi negli uffici comunali. «Siamo soddisfatti dell’ottimo riscontro che il nostro progetto sta riscuotendo tra i gestori di attività pubbliche. Dimostra come sempre più persone stiano prendendo coscienza del necessario cambio d’abitudini per lasciarci alle spalle questa immane tragedia. Quella di contingentare gli accessi è un’esigenza reale e immediata affinché i sacrifici fatti finora non risultino vani», ha concluso Marchesi. leggi anche l’articolo —> Bassetti, Coronavirus: «Siamo ai titoli di coda, ad ottobre non credo ci sarà un altro tsunami»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.