in

Corretta postura del corpo: come prevenire determinate patologie

Secondo recenti studi giapponesi, la forma della spina dorsale di una persona anziana può far prevedere le patologie a cui va incontro, le disabilità e l’eventuale bisogno di assistenza.

colonna vertebrale

I risultati di questi studi sono stati pubblicati sulle riviste di gerontologia: “Scienze Biologiche” e “Scienze Mediche“. Yuji Nishiwaki, della Toho University (Giappone), e colleghi hanno valutato la postura della colonna vertebrale in 338 uomini e 466 donne, di età 65-94 anni, indipendenti nello svolgimento delle attività della vita quotidiana all’inizio dello studio. Queste attività riguardano principalmente la cura di sé, come alimentarsi, lavarsi, vestirsi e muoversi autonomamente fuori e dentro casa. Durante il periodo di follow-up di 4,5 anni, 126 (15,7%), i partecipanti sono diventati dipendenti da assistenza.

I ricercatori hanno scoperto che ad alcune posture è associata la probabilità di diventare dipendenti da un aiuto esterno per lo svolgimento delle attività quotidiane.

In particolare, hanno valutato l’ “angolo di inclinazione del tronco“, ovvero l’angolo tra la linea verticale e la linea che unisce la prima vertebra toracica (vicino alla testa) alla prima vertebra sacrale (nella colonna vertebrale inferiore). E hanno scoperto che i soggetti con maggiore angolo di inclinazione del tronco avevano circa tre volte e mezzo più probabilità di diventare dipendenti da aiuto esterno rispetto a quelli con una minore inclinazione.

Senior couple on cycle ride

Gli autori dello studio concludono dunque affermando che: “L’inclinazione della colonna vertebrale è associata alla futura dipendenza da aiuto esterno e, dunque, alla non autosufficienza nelle attività della vita quotidiana.

Stasera in diretta Tv: Paperissima, Crozza nel Paese delle Meraviglie

The Count Basie Orchestra, l’abc del jazz al Blue Note (foto)