in ,

Cosa ci rende umani? La risposta in “Human”, il film di Yann Arthus-Bertrand

Dopo Venezia72, Human è stato presentato all’ONU davanti al Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-moon: il film-documentario, diretto da Yann Arthus-Bertrand cerca di rispondere ad una domanda troppo spesso ignorata ovvero “Cosa ci rende umani?”.

“Sono un uomo tra altri sette milioni. Nei 40 anni passati, ho fotografato il nostro pianeta e le sue diverse forme di civiltà e ho la sensazione che l’umanità non stia facendo alcun progresso” dice il regista a proposito dell’idea portante del film e continua spiegando che non ha voluto usare statistiche o analisi matematiche per capire bensì ha indagato le “storie degli altri”, “Ho cercato di capire esplorando le esperienze degli altri”. Il fotografo e regista Yann Arthus-Berthrand ha così creato un documentario in cui viene messa a nudo sia la parte più nobile dell’uomo sia il suo lato più oscuro, l’amore e l’odio, la felicità e la violenza: il tutto legato da una rara sincerità, un’essenza umana che fa da fil rouge alla pellicola.

Il film è una raccolta di interviste fatte in 2 anni in oltre 60 Paesi: andando contro il codice cinematografico, Human ha preso forma racconto dopo racconto, esperienza dopo esperienza. In ogni intervista, 2020 in tutto, i giornalisti ponevano le medesime domande sulla condizione umana e in ogni occasione si è cercato di creare un legame intimo tra giornalista e intervistato così da ottenere risposte sincere e del tutto “umane”. Human promette di essere un’esperienza del tutto insolita: senza narrazione alcuna, il film farà viaggiare lo spettatore sino al cuore dell’umanità intervallando le interviste a scene maestose, viste aeree e paesaggi onirici.

(Foto: © HUMANKIND Production – all rights reserved)

loris stival ultime news

Loris Stival ultime news: chi è l’uomo che scagiona Veronica Panarello

Render S6 Edge

Samsung Galaxy con Turtle Glass vs Gorilla Glass: il prossimo smartphone sarà pieghevole?