in ,

Cose da non dimenticare prima di andare a votare per le Elezioni europee 2014

É ora di cominciare a cercare la tessera elettorale ed assicurarsi che contenga spazi liberi per poter essere timbrata domenica prossima. I cittadini dell’Unione europea per l’ottava volta nella storia del vecchio continente sono chiamati a votare direttamente il Parlamento europeo. L’Italia eleggerà 73 parlamentari su un totale di 751. I deputati europei una volta eletti non potranno ricoprire la carica di parlamentare nazionale e non possono far parte di Governi di altri stati membri o di altre istituzioni comunitarie.

giovani in europa

Per la prima volta si vota il candidato presidente della Commissione che ogni partito ha indicato. Tutti hanno potuto indicare, anche, la formazione europea sostenuta. Dunque, il Consiglio dovrà seguire l’indicazione venuta dal voto nel nominare il futuro presidente dell’esecutivo. In base ai trattati di Lisbona, il Parlamento eletto voterà il presidente della Commissione europea che dovrà ottenere la maggioranza assoluta dei voti, 376 su 751.

Si vota domenica 25 maggio, dalle 7 alle 23, con il sistema proporzionale e con sbarramento al 4%. I partiti sotto tale quota non entreranno a Strasburgo. Non ci sono coalizioni. Per votare bisogna avere compiuto 18 anni ed essere muniti di tessera elettorale e documento di riconoscimento. Un voto importante, per un’istituzione che ci ha garantito pace e sicurezza, accompagnato da fantasmi come l’euroscetticismo, l’astensione, un sentimento di sfiducia verso i partiti e le istituzioni europee e in particolare per la moneta unica.

Seguici sul nostro canale Telegram

mercato news criscito

Napoli: il futuro di Mimmo Criscito dallo Zenit al club Partenopeo (Video)

lamponi naturali

Lamponi, idee sane e ricette golose