in

Cos’è la Tasi: ecco le informazioni utili

E’ uno degli argomenti più caldi e che sono sulla bocca di tutti. Ma non si parla né di politica, né di gossip, tantomeno di calcio. Purtroppo di tasse.

Parodia

La “tassa sui servizi indivisibili“, nota ai più con la celeberrima sigla, è entrata in vigore dal 1 gennaio 2014 a seguito della legge di stabilità varata nel dicembre precedente. Costituisce una delle tre parti, insieme a TARI ed IMU della più ampia IUC, imposta unica comunale. Essa comprende l’illuminazione, la manutenzione e pulizia delle strade, mantenimento delle aree verdi della città e altri servizi che l’amministrazione è tenuta ad offrire al cittadino.

Costituisce una tassa sulla prima casa, che quindi dovrebbe interamente essere a carico del proprietario dell’immobile. Tuttavia la particolarità di questa imposta è che anche gli inquilini, qualora vi fossero, saranno tenuti al versamento di una parte di essa. La quota che dovranno versare sarà tra il 10 e il 30%, mentre la restante percentuale, come detto, resterà a carico del proprietario.

Il primo termine per il pagamento della TASI è fissato per il 16 giugno, mentre la seconda rata dovrà essere versata entro il 16 dicembre. Tuttavia il primo termine si vedrà  posticipato di parecchi mesi(settembre?), in quanto nella maggior parte dei comuni italiani, destinatari dell imposta, non hanno ancora deliberato sulle aliquote da applicare. Solo i comuni più ligi e virtuosi, che sono riusciti a deliberare entro il 23 maggio, potranno ricevere dai cittadini il pagamento del tributo.

Andrea Mastromarchi

Dieta proteica, soltanto per un mese per superare la prova costume a pieni voti

Cucine da Incubo: 5 motivi per cui Cannavacciuolo è meglio di Ramsay