in ,

Cos’è l’afasia? Ricordare che è possibile uscire da un corpo divenuto prigione

Iniziamo con l’informare, cos’è l’afasia? Gli afasici soffrono di disturbi del linguaggio causati da lesioni cerebrali (trombosi, emorragie, traumi cranici, tumori, encefaliti). E’ di fondamentale importanza sottolineare che queste lesioni non alterano l’intelligenza, la  capacità di provare sentimenti e percepire gli accadimenti alla medesima stregua di una persona priva di patologie specifiche. Si rischia di rimanere imprigionati in un corpo/prigione che, incapace di rispondere in maniera ricettiva, rende schiavi. Ma la mente coglie tutto, anche e soprattutto quegli odiosi limiti. 

afasia giornata

I disturbi afasici possono assumere forme diverse. In alcune persone, le parole diventano difficili da trovare: a volte non vengono, o vengono al momento sbagliato. In altre, le parole vengono fuori “storpiate”. In altre ancora, le parole sono relativamente semplici da trovare, ma non possono essere messe insieme in frasi grammaticalmente corrette. Vi sono persone in cui è compromessa la capacità di parlare, ed altre in cui è danneggiata la capacità di scrivere; analogamente, in alcuni casi è danneggiata la comprensione delle parole udite, in altri la comprensione delle parole lette.

E’ importante sottolineare a chiare lettere che i disturbi legati all’afasia possono regredire grazie all’intervento medico e il disturbo del linguaggio può migliorare in seguito al trattamento riabilitativo: spesso il disturbo non rientra completamente ma è possibile un ottimo margine di miglioramento. Il dramma si realizza quando la persona afasica “scompare”, non interagisce più con i propri cari, non si reinserisce nell’ambiente lavorativo, si esclude o viene esclusa dal proprio ambito sociale, spesso rinuncia di fatto ai propri diritti. Allo scopo di informare per guarire le persone colpite da afasia è stata costituita l’ A.IT.A. Federazione(Associazioni Italiane Afasici). Medici, familiari, volontari, mass media, operatori sanitari sono chiamate a informare, aiutare e cooperare al fine di permettere agli afasici di uscire da quel recinto che non deve diventare prigione, ma soltanto un corpo nuovamente amico e collaborativo.

Il 19 ottobre l’ A.I.T.A ha indetto la giornata nazionale dell’afasia.

Seguici sul nostro canale Telegram

Teresanna Pugliese

Anticipazioni Uomini e Donne: il ritorno di Teresanna come opinionista

Anticipazioni Striscia la Notizia 17 ottobre, Ballantini incontra e imita la Cancellieri