in ,

“Così la televisione ha stroncato la musica”

Un periodo ricco in termini musicali tra talent, nuovi cantanti, vecchie glorie che ritornano. Di contorno c’è uno stallo discografico: si esulta per i dischi d’oro e di platino, i sold-out con ampi spazi vuoti, una musica che fatica a farsi amare. Ne abbiamo parlato con Maurizio Scandurra, noto press-agent e critico musicale. E il “Beppe Grillo della musica”, come ama definirsi lui, ne ha davvero per tutti.
Maurizio, quale il male peggiore della discografia italiana?
La cecità: intesa come incapacità di aprirsi a nuovi target, e altrettanta testardaggine nel continuare a puntare solo su un unico mercato. Ovvero, quello dei cosiddetti ‘baby-cantanti’ e dei talent: se sei un adolescente, o se vieni da un talent come ‘XFactor’, ‘Amici’ o il fortunatamente defunto ‘TheVoice’, meglio ancora. Se poi arrivi dal web, fai lo youtuber e hai un milione e più di visualizzazioni, i discografici pensano tu sia un dio pronto a risolvere i problemi delle loro povere tasche. Magari va bene una stagione, poi, però? Il nulla. Come cantante Lodovica Comello, dopo Sanremo 2017, non mi sembra abbia fatto arricchire la Sony Music.
Gianni Morandi ha duettato con Fabio Rovazzi in ‘Volare’. Che ne pensi?
In questo caso non penso: osservo. Rovazzi non è un cantante, nè tantomeno lo reputo un artista: non mi sembra che ‘Andiamo a comandare’ sia un concentrato di vocalità e poesia. Se uno come Gianni ha bisogno di lui, siamo alla frutta. Morandi vive bene di suo, carriera e soldi ne fatti a palate, perchè genuflettersi così alle mode del momento? Rovazzi non è mica Gesù Cristo. Così come Arisa, Alessandra Amoroso, Annalisa Scarrone, Nek, Giusy Ferreri:ma che bisogno c’è di confondersi con rapper come Fedez, J-Ax, Marracash, Gue Pequeno, Salmo, Emis Killa, Sfera Ebbasta, Raige, Moreno, Ensi, Clementino, Nesli, Fabri Fibra e Rocco Hunt? Ci mancava pure il ritorno degli Articolo 31…al di là delle dispute legali legate all’uso del marchio. L’unica vera ‘miracolata dal rap’, in Italia, è Francesca Michielin.
Insomma, ne hai per tutti.
Vogliamo parlare di Giorgia ed Elisa? La prima, con i dischi tutti fatti da Michele Canova (che arrangia, a mio parere, gli artisti sempre nello stesso modo), è da anni che non becca una canzone davvero originale e non scontata: infatti, ora, vende pochissimo rispetto a prima. La seconda, che motivo ha di sminuirsi facendo la coach ad ‘Amici’? Ragazze, suvvia, un po’ di rispetto in più per voi stesse…E Marco Mengoni? Bravo, per carità, ma di Tiziano Ferro ce n’è uno solo: si concentri più su se stesso. Basta già Michele Bravi che imita malamente Noemi, nella voce e nella mimica facciale.
Non sembri nutrire stima per Maria De Filippi…
Per nulla: se la musica, in Italia, è morta, è solo grazie a lei. Ha insegnato alle masse ignoranti a correr dietro al cantantucolo del momento, diseducando la gente, tramite la tv, all’ascolto dei grandi nomi della musica italiana e straniera. Possibile che le persone non se ne rendano conto? Come fanno a non capire che dei vari Dennis Fantina, Antonino, Roberta Bonanno, Virginio, Lele, Elodie, Emma Marrone, Sergio Sylvestre, Marco Carta, tra anni non ce ne ricorderemo più? Quanti, usciti da ‘Amici’, sono già discograficamente morti e sepolti? Si guardi a Simonetta Spiri: se non c’era Valerio Scanu a pubblicarle il nuovo singolo, avrebbe forse ancora avuto chances? E lo stesso Scanu, negli ultimi anni, fa più televisione che dischi. Sono dati di fatto.
Vita lunga per i talent?
No, per fortuna. La penso esattamente come Michele Monina e Red Ronnie. Ancora due o tre anni al massimo, la svolta è vicina.
Oggi musica e televisione, a ben guardare, viaggiano di pari passo.
Il meccanismo perverso e diabolico è questo: la discografia insegue la tv: ogni anno sforna una marea di cantanti, che le case discografiche corrono ad accaparrarsi, gli fanno un singolo e così via, credendo di guadagnare chissà quali cifre. Tutte insieme non fatturano neanche 160 milioni di euro l’anno: briciole. E il ciclo si ripete a ogni nuova edizione di questo o quel talent. Così facendo, com’è possibile consolidare un cantante? Non fa a tempo a uscire che ce ne sono già almeno altri dieci che incombono alle sue spalle pronti a sostituirlo. Si fa ben prima a tirare l’acqua al cesso. 
Quale, allora, il rimedio?
Fare come all’università con i test a numero chiuso. Sbarrare gli accessi. Tornare a fare scouting, fregandosene dei cantanti sfigati che propone la tv. Investire su pochi artisti veri, duraturi. In giro ce n’è un mucchio. Alzassero un po’ il fondoschiena, i discografici italiani, e andassero a vedere in giro, fuori dalla tv, quanta gente mostruosamente brava c’è che meriterebbe un contratto, invece di star seduti a guardare video su YouTube sperando di trovare la manna dal cielo, e a pontificare, con l’atteggiamento da fighetti presuntuosi, che ‘sei vecchio’, ‘non sei radiofonico’, ‘ci vuole immagine’: ma scherziamo? Occorre fondamentalmente diversificare, ripeto, il target.
Come?
Guardando all’artista in senso proprio, puro e lato: basta con i poppanti col microfono. Valorizziamo invece gente realmente talentuosa, lasciando una volta per tutte fuori dal mercato il mare di figuri deliranti che arrivano dal web. Diamo più spazio a fuoriclasse come Dolcenera – unica e originale in tutto e per tutto – e Ilaria Porceddu (fra l’altro, belllissima la sua ‘Tabula rasa’, scritta dal grande Gaetano Capitano), due cantautrici diverse ma capaci entrambe. Riscopriamo personaggi come Mariella Nava, Antonella Ruggiero, Anna Oxa, Ivana Spagna, Rossana Casale, Fabio Concato, Andrea Mingardi, Dirotta Su Cuba, Marina Rei e Gerardina Trovato, per troppo tempo ingiustamente fuori dai giochi, ma che hanno ancora tutti un gran seguito e molte cose da dire ciascuno.
 
Quale il tuo pensiero su Morgan?
Non lo ascolto, ma lo stimo tanto. E’ un uomo intelligente, e pertanto fa bene a non lasciarsi schiavizzare dai potenti dello spettacolo. Insomma, uno con i controcoglioni,raffinato, competente e musicalmente colto. Avercene come lui.

Juventus-Barcellona probabili formazioni Champions League

Juventus – Barcellona probabili formazioni Champions League quarti di finale

MIANO CADAVERE DECOMPOSTO IN CANTIERE

Lodi donna uccisa in casa: c’è un uomo sotto interrogatorio