in ,

Cosio Svetlana Balica uccisa dal marito: il movente del delitto è economico? Cosa è emerso in queste ore

Omicidio Svetlana Balica: ipotesi movente economico

Cosio Valtellino: Svetlana Balica uccisa dal marito Nicola Pontiggia, morto suicida lo scorso 2 novembre. Un giallo intricato che ancora non è giunto a completa soluzione. Non sono infatti chiare le dinamiche dell’accaduto, il cadavere della 44enne moldava non si trova e al momento la Procura può fare solo congetture sulle cause della presunte lite tra coniugi che avrebbe preceduto il delitto.

In queste ore tuttavia stanno emergendo nuove indiscrezioni che, se fondate, potrebbero finalmente dire di più sul movente di questo omicidio: “Aveva acquistato una casa nella capitale della Moldavia, ma da tempo voleva venderla. Quell’alloggio aveva sempre problemi: una volta guai alle scale, acqua che filtrava dalle pareti esterne e dal tetto malconcio. Lei, invece, avrebbe voluto andarci a vivere con lui. Nicola, al contrario, voleva vendere e recuperare i soldi investiti nell’affare che tale non si era rivelato”.

Nicola furioso con la moglie per aver scoperto qualcosa che lei gli tenne nascosta

A riferirlo a Il Giorno è Gian Maria Castelli, imprenditore 69enne titolare della ditta Castelli di Morbegno, dove Nicola lavorava da 27 anni e nei pressi della quale prima di suicidarsi avrebbe occultato il cadavere della moglie. Dissapori e litigi con Svetlana per questioni di natura economica, stando a questa indiscrezione, sfociati nella ennesima discussione forse preludio della rottura definitiva del matrimonio tra Nicola e Svetlana e, quindi, dell’omicidio della donna.

Il titolare della ditta Castelli infatti ha riferito di un Nicola “furente” per avere scoperto che la moglie lo aveva tenuto all’oscuro di un fatto: “A farlo imbestialire di più fu la scoperta fatta verso metà ottobre, quando andò là con Balica per una settimana. L’appartamento era occupato dai parenti della donna, su autorizzazione di quest’ultima e senza che la moglie lo avesse prima informato. Era furente. Potrebbe essere questo il movente…”.

Leggi anche: Svetlana Balica uccisa dal marito: il cadavere introvabile e i dubbi dell’amica su possibile terza persona coinvolta

Il giallo del cadavere: dove si trova il corpo di Svetlana?

Nicola Pontiggia avrebbe pianificato ogni cosa: far credere di esser morto per un incidente sul lavoro e fare in modo che il cadavere della moglie non sia ritrovato, così da corroborare la pista (da lui creata ad arte) dell’allontanamento volontario di Svetlana. Si è spostato dall’azienda per 13 minuti, breve lasso di tempo in cui avrebbe occultato il corpo della moglie. Che non si trova nonostante giorni di assidue ricerche nella zona.

Ecco cosa pensa e racconta di ciò il suo titolare: “Io credo l’abbia nascosta in azienda la notte dell’1 novembre, la mattina alle 6.20 del giorno successivo torna e, protetto dal buio, la carica su un mezzo della mia azienda e se ne libera. Scarica il corpo nella vicina discarica dei rifiuti? Chissà… […] Verso le 7:30, lo chiamo e gli chiedo la disponibilità di accompagnare mia moglie a Colico a recuperare la macchina di nostro figlio. Quando fa il breve viaggio verso il lago, lui aveva già fatto sparire il corpo di Svetlana. Mi racconterà poi, mia moglie, che durante il breve tragitto era tranquillissimo”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Diretta Benevento-Ternana dove vedere in tv e streaming

Diretta Benevento – Milan dove vedere in televisione e streaming gratis Serie A

news morte david rossi

Morte David Rossi lettera anonima alla vedova: “Hanno sparato due colpi di arma da fuoco”