in ,

Criminali sardi arrestati a Viterbo: l’operazione “Mamuthones” indigna la Sardegna

Una banda di criminali di origine sarda è stata arrestata a Viterbo. Una squadra di oltre 150 carabinieri del Comando Provinciale, nelle scorse ore ha eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare, insieme alla collaborazione del Nucleo di Pratica di Mare e di unità cinofile. A finire in manette un sodalizio criminale che operava nella bassa Tuscia, mettendo in atto furti, danneggiamenti aggravati ad aziende agricole ed esercizi commerciali. Tra i reati commessi anche estorsione, traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione e possesso di armi clandestine.polemica per operazione Mamuthones in Sardegna

La maxi operazione tuttavia ha suscitato non poche polemiche, per via del nome che le è stato dato: “Mamuthones”, le maschere tipiche del carnevale di Mamoiada. La Sardegna tutta, infatti, si è sentita chiamata in causa per la strumentalizzazione di un simbolo della sua cultura, vestito in questo frangente di una valenza negativa, criminale, appunto. Mamuthones è rito, storia, tradizione popolare sarda di alto valore.

“Non è un caso che la nostra onorificenza “Mamuthone ad honorem” sia stata consegnata a personaggi della caratura di Francesco Cossiga, Paolo Fresu e Giovanni Lilliu: esempi di sardi che si sono distinti nel mondo per l’intelligenza, la levatura morale ed il talento. Non ci fa di certo piacere vederlo associato ad una cosa del genere”, queste le parole di sdegno pronunciate ieri dal sindaco di Mamoiada, Graziano Deiana, ai microfoni di Videolina. Il primo cittadino ha inoltre sottolineato che “Troppo spesso l’immagine del Mamuthone si utilizza per cose che non c’entrano niente con il rito, la tradizione, la maschera”.

arianna costantin presto tornerà a lavorare lo annuncia ai suoi fans su Fb

Arianna Costantin star Disney di Rapunzel e My Camp Rock: “Tornerò a lavorare, grazie ai fans”

Anticipazioni Centovetrine mercoledì 5 Novembre: Cedric minaccia il rapporto tra Vincent e Penelope