in ,

Crisi del rublo, Vladimir Putin: l’espansione della Nato è un nuovo muro

Crisi del rublo, il presidente russo Vladimir Putin organizza una maxi conferenza stampa al World Trade Center di Mosca ed avverte l’Occidente: “L’espansione della Nato è un nuovo muro, un muro virtuale. I nostri partner si sentono un impero e ci vogliono vassalli”. “Abbiamo le risorse sufficienti per affrontare la crisi– ha aggiunto- il ritorno alla crescita è inevitabile, nell’ipotesi peggiore ci vorranno due anni”. Nel frattempo, ha ammonito, “il Paese deve diversificare la sua economia“.

Sullo sfondo, la crisi valutaria ed economica che sta mettendo in ginocchio il Paese. Dall’Italia, il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan avverte: “E’ nell’interesse di tutti che la Russia si stabilizzi”, anche alla luce delle molte imprese italiane che proprio con la Russia collaborano e lavorano. Per il ministro le misure per la stabilizzazione del tasso di cambio decise a Mosca andrebbero nella giusta direzione.

Intanto sui mercati un timido rialzo della moneta russa: oggi il dollaro è scambiato a 58,5 rubli (contro i 60,6 in chiusura ieri), l’euro a 72 rubli (75,10 ieri sera). La Borsa di Mosca ha registrato subito un rialzo dell’indice Rts (in dollari): 6,7%, ora attestatosi su 5,5%. Otto persone sarebbero invece state fermate dalla polizia nei pressi nel centro congressi dove si tiene la maxi conferenza stampa: “Volevamo fare una conferenza stampa alternativa ponendo a Putin le domande che nessuno gli farà” hanno spiegato.

muore Virna Lisi lutto mondo cinema

Virna Lisi è morta oggi all’età di 78 anni (VIDEO)

Gilardino del Guangzhou Evergrande

Bologna ultimissime: Gilardino, Saputo prepara l’offerta