in ,

Crisi di Governo: cosa sappiamo sulle consultazioni di oggi e come funzionano

Crisi di Governo: le consultazioni previste oggi

Sono iniziate da poco le consultazioni previste per oggi, 9 dicembre 2016, da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per risolvere la Crisi di Governo in atto dopo le dimissioni di Matteo Renzi. Quali sono gli incontri previsti oggi? Di seguito riportiamo il calendario completo:

Ore 10,00 Gruppo parlamentare Misto del Senato della Repubblica;

Ore 10,25 Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati;

Ore 10,45 Rappresentanza parlamentare della Südtiroler Volkspartei;

Ore 11,05 Rappresentanza parlamentare della minoranza linguistica della Valle d’Aosta;

Ore 11,25 Esponente della componente Alternativa Libera Possibile (AL-P) del Gruppo Misto della Camera dei Deputati;

Ore 11,45 Esponente della componente UDC del Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati;

Ore 12,05 Esponente della componente Unione Sudamericana Emigrati Italiani (USEI-IDEA) del Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati;

Ore 12,25 Esponente della componente FARE!-PRI del Gruppo Misto della Camera dei Deputati;

Ore 12,45 Esponente della componente Movimento Partito Pensiero e azione (PPA-Moderati) del Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati;

Ore 13,05 Esponente della componente Partito Socialista Italiano (PSI)-Liberali per l’Italia (PLI) del Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati;

Ore 16,00 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale (FDI) della Camera dei Deputati;

Ore 16,30 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Democrazia Solidale – Centro Democratico (DeS-CD) della Camera dei Deputati;

Ore 17,00 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Grandi Autonomie e Libertà (Grande Sud, Popolari per l’Italia, Moderati, Idea, Alternativa per l’Italia, Euro-Exit, M.P.L.-Movimento Politico Libertas) del Senato della Repubblica;

Ore 17,30 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Civici e Innovatori (CI) della Camera dei Deputati;

Ore 18,00 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Per le Autonomie (SVP-UV-PATT-UPT)-PSI-MAIE del Senato della Repubblica;

Ore 18,30 Rappresentanza del Gruppo parlamentare Conservatori e Riformisti (CR) del Senato della Repubblica ed esponente della componente Conservatori e Riformisti (CR) del Gruppo parlamentare Misto della Camera dei Deputati.

Crisi di Governo: come funzionano le consultazioni

Le Consultazioni per risolvere la Crisi di Governo sono il percorso canonico da seguire: l’Italia, negli ultimi periodi, le ha dovute affrontare più volte, in virtù di una serie di ‘governi tecnici’ formati per scongiurare la crisi. Dopo Monti, infatti, è toccato a Letta prima di Matteo Renzi. Ma sostanzialmente, come funzionano le consultazioni? L’obiettivo del Presidente della Repubblica è quello di avere un incontro ‘chiaro e preciso’ con i massimi esponenti politici e tutte le forze Parlamentari così da poter avere un quadro chiaro della situazione reale. Infatti, le consultazioni sono utili, nello specifico a Sergio Mattarella, al Presidente della Repubblica per far chiarezza su quale sia la reale situazione.

Sergio Mattarella presidente della repubblica raccontato dal figlio

Crisi di Governo: le consultazioni di ieri di Sergio Mattarella

Sono iniziate alle ore 18 di ieri, 8 dicembre 2016, al Quirinale le consultazioni per il nuovo Governo, dopo che Matteo Renzi ha presentato ufficialmente le dimissioni dall’incarico di Presidente del Consiglio. Ora il presidente della Repubblica Sergio Mattarella avrà il compito di ascoltare le parti politiche per trovare una soluzione alla crisi dell’esecutivo: i primi a salire al Colle sono stati la presidente della Camera Laura Boldrini, il presidente del Senato Piero Grasso e l’ex Presidente Giorgio Napolitano.

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO DELLE CONSULTAZIONI

Crisi di Governo: Renzi Bis alle porte?

In queste ore si è fatta largo l’ipotesi di un nuovo Governo entro il 15 dicembre, soluzione per la quale spingerebbe Sergio Mattarella che vuole arrivare al Consiglio Europeo con una rappresentanza solida che possa stare al tavolo insieme ai leader dell’UE. Per questo il Presidente della Repubblica punterebbe ad un reincarico a Matteo Renzi, in modo da poter dare un senso di continuità.

Crisi di Governo: Matteo Renzi dice di no…

La volontà del Presidente della Repubblica si scontra però con quella del Premier uscente, che ha più volte ribadito di non voler più ricoprire la carica, paventando la possibilità di elezioni anticipate dopo il verdetto della Consulta, oppure un Governo di larghe intese che possa arrivare fino alla fine della legislatura. In alternativa a Renzi, ci sarebbero le figure dell’attuale Ministro dell’Economia Padoan o del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

ESCLUSIVO – Gabriele Rossi torna a parlare dopo il GF Vip: “Mi piace fare l’antagonista”

tagli capelli corti 2017, tagli capelli lunghi 2017, tagli capelli medi 2017, tagli capelli inverno 2017,

Tagli capelli corti, medi e lunghi: tutti i consigli per un inverno 2017 da star